Problemi di carie? Mangia il wasabi

La radice giapponese è una preziosa alleata della salute dentale, e non solo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Gli appassionati di sushi non hanno bisogno di grandi argomenti per essere convinti a consumarlo, e il successo che da anni riscuote nel mondo occidentale lo testimonia bene. Ora, però, gli amanti di questo sfizioso cibo giapponese hanno un motivo in più per continuare a mangiarlo e magari convincere gli amici scettici a ‘convertirsi’ alla loro stessa passione: il wasabi, la salsa che tradizionalmente accompagna il pesce crudo, ha un effetto benefico per la salute dentale, in particolare ha un’azione anticarie.

Il wasabi, per chi invece masticasse poco la cucina orientale e non avesse ancora avuto occasione di sperimentarla, è una pianta di origine giapponese che appartiene alla medesima famiglia di ortaggi ben più noti a noi occidentali, come il rafano, il ravanello e il cavolo. È dalla sua radice che si ottiene la salsina verde dal gusto decisamente piccante che gustiamo quando mangiamo il sushi.

Quel sapore così forte e deciso del wasabi è dovuto agli isotiocianati, che sono responsabili anche dell’azione anticarie. Si tratta, come hanno dimostrato gli scienziati nel 2000, di molecole che impediscono ai batteri di aderire alle superfici dei denti, evitando dunque il processo che porta alla formazione della tanto odiata carie. Mangiare wasabi un paio di volte a settimana può dunque aiutare a proteggere i nostri denti: l’avreste mai detto?

Il wasabi oltre a difenderci dalle fastidiose carie che possono insidiare i denti, ha anche altre proprietà: è antibatterico e antisettico, ricco di vitamina C e rallenta lo sviluppo dei microbi dentro e fuori da un organismo. Ha pure una azione balsamica, configurandosi come un prezioso alleato per le vie respiratorie, specie in caso di raffreddore. Dulcis in fundo la salsa del wasabi secondo i giapponesi avrebbe anche un altro vantaggio: sarebbe afrodisiaca, contribuendo a solleticare il desiderio della coppia.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti