Quanto vive una zanzara? Cambia se maschio o femmina?

Le zanzare sono insetti fastidiosissimi che si associano all'estate: ma perché si ripresentano in casa anche in inverno? Scopriamo quanto può durare il loro ciclo di vita

Le zanzare, senza dubbio, sono considerate le protagoniste indiscusse delle notte insonni estive con tanto caldo e la finestra della camera da letto spalancata. Il loro ronzio è fastidiosissimo e ne esistono di tantissime specie in tutto il mondo. Il loro contatto con l’epidermide dell’essere umano provoca delle piccole punture che creano rossore e gonfiore e in alcuni casi possono essere molto pericolose. Negli ultimi anni la loro presenza non termina con la fine dell’estate, anzi, con il cambio di stagione può arrivare in alcuni casi anche nei mesi più freddi dell’inverno. Quanto può durare la vita di una zanzara?

Le specie che abitano il territorio italiano sono diverse e per tale ragione dare una risposta certa a questa domanda non è semplice visto che non tutte hanno le stesse caratteristiche di sopravvivenza. Analizzando il comportamento della zanzara più diffusa, la “Culex Pipiens”, si nota come questa in base al clima in cui vive può avere un ciclo che dura mediamente dai 12 ai 132 giorni. Più le temperature sono alte più la loro vita si allunga. La differenza tra i maschi e le femmine è che le seconde sono quelle che pungono l’uomo per estrarre sangue e che una volta che si accoppiano poi muoiono.

La zanzara femmina infatti nei mesi autunnali, quando le temperature sono miti, depone le uova in zone dove il terreno è particolarmente umido. Queste dovrebbero schiudersi con il primo caldo estivo dell’anno seguente ma, negli ultimi anni a partire dal mese di ottobre, nelle varie regioni del territorio italiano si sono registrate giornate con temperature davvero elevate e un sole molto caldo. Ecco come le zanzare riescono ad essere presenti tutto l’anno. Si riproducono e a sopravvivono tranquillamente prolungando la loro vita sino al massimo del tempo stabilito.

In alcuni casi gli scienziati hanno registrato dei veri e proprio record con zanzare che hanno superato la scadenza prevista dal ciclo di vita in base alla specie a cui appartengono. Ecco spiegato il motivo principale per cui capita ormai molto spesso di ritrovarsi questi fastidiosi insetti in casa anche a novembre o dicembre. Non vi è nulla di allarmante: solo una conseguenza del susseguirsi durante l’anno di stagioni sempre meno identificate, proprio come un inverno tardo e non molto freddo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti