Se accetti questo lavoro avrai una vacanza gratis in Giamaica

Birra a fiumi, acqua cristallina e umore sempre altissimo: il lavoro dei sogni si trova in Giamaica, pronti a candidarvi per questa offerta?

A prima vista sembra davvero il lavoro dei sogni e per molti giovani, in effetti, lo è: si tratta di un’offerta molto particolare lanciata da Virgin Holidays, la nota agenzia di viaggi che ha ospitato l’annuncio di Floyd Forbes, barista titolare del “Pelican Bar” che dopo 18 anni di servizio, ha bisogno di una meritatissima vacanza e cerca per questo motivo un valido sostituto. Siete disposti a volare oltreoceano per servire birra, pinha colada e mojito nel mar dei Caraibi all’interno di un bar galleggiante?

Se la risposta è sì, allora non perdete tempo, compilate questo form e incrociate le dita: potreste essere il fortunato bar tender che permetterà a Floyd di prendersi una pausa dagli assetati clienti e regalare loro sorrisi e cocktails da urlo in cambio di una vacanza gratis (biglietti aerei e pernottamento inclusi) in Giamaica di una settimana. Sì, avete capito bene, l’offerta di lavoro è a tempo: avrete la possibilità di mettervi alla prova per 7 giorni, lavorare in uno dei bar più incredibili e instagrammabili del mondo (qui alcune foto del locale) e godervi le acque cristalline della costa meridionale giamaicana.

Tra le skills richieste da parte del gestore del “Pelican Bar” figura la capacità di intrattenere gli avventori e “lanciare pesci ai pellicani” (pratica che ha reso il Pelican Bar ancor più famoso), scegliere la giusta musica per creare un’atmosfera in grado di mettere a proprio agio i clienti e ovviamente accogliere con un sorriso i passeggeri delle piccole o medie imbarcazioni che si appropinquano frequentemente al locale.

Mr. Floyd Forbes richiede inoltre una certa forza di volontà al candidato ideale che deve trovare la motivazione per fare il pendolare su una barca o in paddle board anche quando “il tempo è troppo bello per andare al lavoro”: anche questo è riportato nell’annuncio di lavoro diffuso dalla CNN.

Il bar galleggiante in questione è stato aperto nel 2001 dall’attuale proprietario, un pescatore locale, poi distrutto nel 2004 dall’uragano Ivan e infine ricostruito grazie al prezioso aiuto della comunità. Se non veniste scelti come bar tender del “Pelican Bar”, non demordete…

Potreste optare per l’Isola d’Elba (se piove, dormite gratis), girare l’Europa senza spendere nulla partecipando all’iniziativa DiscoverEU, o tentare la fortuna qualora siate un insegnante, vi chiamiate Lucia, oppure aiutiate nella ricostruzione della Cattedrale di Notre-Dame.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti