Sgrassatore fai da te con bucce arancia: come prepararlo

Ecologico, profumatissimo ed efficace: ecco come riciclare le bucce degli agrumi e ottenere un valido aiuto per le pulizie di casa

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

L’arancio è un frutto talmente buono e ricco di proprietà che dispiace buttarne via anche gli scarti: per riciclare le bucce ci sono molti trucchi, ma quello che vi raccontiamo oggi è doppiamente utile, perchè vi permetterà anche di creare un detergente amico dell’ambiente, profumatissimo ed efficace.

Per questo sgrassatore ecologico vanno bene anche le bucce di altri agrumi, come limoni, mandarini o pompelmi (sapete che differenza c’è fra mandarini e clementine?): se si tratta di frutta biologica si può usare direttamente, in caso contrario è meglio lavare la buccia con acqua e sapone di Marsiglia prima di utilizzarla.

Ci sono diverse ricette, ma tutte prevedono l’utilizzo di aceto e/o alcool denaturato e l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale, sia per potenziare lo sgrassatore sia per profumare ulteriormente. La ricetta più semplice prevede lasciare a macerare per almeno 24 ore le bucce degli agrumi ridotte in striscioline con aceto caldo, tolto dal fuoco proco prima del bollore: aggiunti gli olii essenziali (eucalipto, tea tree o altro al vostro gusto) e finita la macerazione (che deve avvenire in recipiente di vetro e in luogo riparato), il composto si filtra ed è pronto per l’uso, inserendolo in uno spruzzino ben lavato e asciugato.

C’è anche chi usa l’alcool etilico e l’acido citrico e chi mixa aceto e alcool: potete provare il composto dal risultato che vi sembra più efficace, il procedimento è sempre lo stesso e la macerazione non deve essere inferiore alle 24 ore.

Il risultato di tutte le ricette è uno sgrassatore per superfici dure che potrete usare in cucina, sui piani cottura di ogni materiale (ecco qual è il più semplice da pulire), su piastrelle e pavimenti: senza ingredienti chimici, senza produrre rifiuti plastici o residui pericolosi che vanno negli scarichi e riciclando vecchi contenitori. Inoltre, se amate il profumo degli agrumi non potrete più farne a meno!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti