10 bugie alle quali crediamo sempre

Vediamo quali sono le principali bugie a cui non dobbiamo credere, idee profondamente sbagliate che siamo portati istintivamente ad accettare come vere

Fonte: Flickr

Nella vita ci imbattiamo in molte bugie, tutta una serie di idee stantie che vengono automaticamente accettate come verità, ma a cui non dobbiamo credere. La prima opinione da sfatare è che solitario corrisponda a solo e che una relazione equivalga alla felicità. In realtà, essere single non potrà mai provocare tanta solitudine quanto vivere un rapporto sbagliato. Se le relazioni non appaiono adeguate, è meglio prendersi una pausa, passare del tempo con se stessi e ricominciare ad apprezzare il proprio valore.

Un’altra bugia a cui non credere è che per essere felici bisogna ottenere tutto ciò che si desidera. Il segreto della felicità è, invece, essere grati per quello che si ha e pazienti in attesa di ciò che arriverà. Collegata a questo è l’idea che la vita dovrebbe procedere in un determinato modo; è più saggio abbracciare la vita reale e provare a cambiare ciò che è in nostro potere. Un ulteriore concetto da screditare riguarda il dolore: esso non è qualcosa che si può vedere. Non bisogna mai sottovalutare il dolore altrui perché alcuni soggetti sono in grado di nasconderlo.

Non bisogna, poi, credere alla bugia che ci dice che dobbiamo essere in un certo modo: occorre smettere di confrontarsi con versioni immaginarie di sé ed imparare ad accettare se stessi. Da sfatare anche il pensiero che solo pochi privilegiati abbiano la capacità di avere una grande vita; ogni giorno bisogna trovare un motivo per affrontare l’esistenza con il sorriso. Un’altra invenzione afferma che le persone forti non sentono il dolore; in realtà lo provano, lo accettano, imparano da esso, lo elaborano con coraggio e ritornano a combattere con più grinta di prima.

Un’ulteriore bugia a cui non credere è quella che afferma che i tempi duri sono inutili: tutte le esperienze della vita sono, al contrario, preziose fonti di apprendimento. Una convinzione da demolire riguarda, poi, la possibilità di fingere. Prima di dire “ti amo”, prova amore. Prima di dire “grazie”, prova la gratitudine. Prima di dire “mi dispiace”, senti l’umiltà. Solo così le parole andranno dritte al cuore. Infine, l’ultima bugia da smascherare è che sognare a occhi aperti è una perdita di tempo. L’immaginazione aiuta, invece, a vedere ciò che sta sotto la superficie, l’essenziale invisibile agli occhi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti