Blitz nella villa dei genitori di Totti: abusi e sigilli

A far scattare i sigilli una piccola costruzione adibita a spogliatoio accanto alla piscina della residenza nel quartiere romano dell'Axa

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Getty Images

Per Francesco Totti, quanto accaduto martedì 13 settembre, si è tradotto in qualcosa di più di una semplice disavventura. Nel pomeriggio, un gruppo di agenti della polizia municipale si è presentato all’ingresso della villa in cui risiedono i genitori del capitano della Roma, chiedendo di effettuare un controllo. I vigili hanno visionato la piccola costruzione adibita a spogliatoio della piscina all’interno della proprietà nel quartiere romano dell’Axa, intestata – secondo quanto riferisce Il Messaggero – al numero 10 giallorosso, e apposto i sigilli riscontrando delle irregolarità.

A denunciare il presunto abuso edilizio e a far scattare l’operazione condotta dagli agenti è stato un vicino di casa della coppia, che avrebbe portato all’attenzione della polizia municipale la costruzione che avrebbe fatto scattare i sigilli.

Non è la prima volta che per Totti ci sono piccoli problemi di questo tipo anche se il calciatore si è sempre dimostrato estremamente attento alle regole. In una vicenda simile, per evitare l’abbattimento della cubatura irregolare della sua casa di Sabaudia, il capitano aveva chiesto e ottenuto un condono aggiuntivo per una veranda esterna. Quei lavori – accertarono i tecnici – erano datati nel tempo e il Comune ha dato al capitano il via libera perché sanabili in base al vecchio condono.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti