Bullizzata con un meme, diventa un esempio di coraggio

Lizzie Velazquez, colpita dai una rara malattia genetica, ha reagito con coraggio ad un atto di bullismo sul web diventando un esempio di coraggio

Da vittima di un meme bullista ad esempio di coraggio: è la storia di Lizzie Velazquez, una 27enne ragazza statunitense nata con una rara malattia genetica che le impedisce di prendere peso oltre i 29 chili e con la sindrome di Marfan che ne condiziona l’aspetto fisico.

Lizzie è stata presa di mira su Facebook, con un meme che riportava una sua foto con l”ironica’ frase “Michael ha detto che mi avrebbe incontrata ai piedi di questo albero per un po’ di divertimento. E’ in ritardo: per favore, qualcuno potrebbe taggarlo e dirgli che sto ancora aspettando?”.

Lizzie non si è fatta intimorire dal post, lo ha ri-condiviso sulla sua pagina e ha commentato coraggiosamente: “Ho visto un sacco di meme come questo su Facebook. Scrivo questo post non come fossi una vittima ma come qualcuno che sta usando la propria voce per farsi sentire – ha spiegato la Velazquez – So che è molto tardi mentre scrivo queste righe ma lo faccio per ricordare che le persone innocenti, che vengono messe in meme come questo, sono probabilmente anche loro ancora svegli, stanno girando su Facebook e si sentono in un modo che non augurerei al mio peggior nemico”

“Non importa quale sia la nostra apparenza fisica o quanto pesiamo, alla fine siamo tutti umani. Vi chiedo di ricordarvelo la prossima volta che incrociate un meme come questo postato da uno sconosciuto e diventato virale. Forse in un primo momento lo troverete divertente ma la persona nella foto probabilmente si sente in modo completamente diverso. Con i vostri post diffondete l’amore e non parole che possono far male”

Il post di Lizzie è stato ri-condiviso da oltre centomila persone, raccogliendo 132mila ‘like’: per la giovane è l’ennesima dimostrazione di coraggio, che l’ha fatta diventare un esempio di coraggio, lo stesso che le ha permesso di diventare un’apprezzata motivatrice invitata a congressi e incontri pubblici.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti