Cattivo odore dallo scarico del lavandino? Usa il collutorio

Il collutorio elimina i cattivi odori non solo nella nostra bocca, ma anche in quella del lavello

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Il collutorio è una di quelle invenzioni per cui dovremmo ricordarci di baciare la terra un po’ più spesso. Il suo impiego ci aiuta ad avere un alito fresco ogni giorno, pulendolo dai cattivi odori derivanti anche da ciò che ingeriamo (Colluttorio fatto in casa, ecco come). La bella notizia, però, è che può essere usato anche per risolvere l’altrettanto odioso problema della puzza che viene dallo scarico del lavandino. Incredibile, vero?

Quante volte infatti entrando in cucina vi siete dovuti tappare il naso a causa del cattivo odore che veniva su impetuoso dal lavello? I rimasugli di cibo spesso fanno questo scherzetto, che può diventare anche imbarazzante nel momento in cui accogliamo ospiti in casa e li facciamo accomodare in cucina per un caffè. D’ora in poi però non dovremo più temere di avere un ambiente infestato dai pessimi odori proprio grazie all’uso del collutorio.

Forse non ci avreste mai pensato ma effettivamente, se ci si ferma un attimo a riflettere, il ragionamento non fa una piega. Il collutorio uccide i batteri che causano l’alito cattivo nella nostra bocca, batteri che vengono creati dai cibi che ingeriamo. Quindi non dovrebbe stupire il fatto che lo stesso effetto possa essere replicato anche in cucina (ed è utile anche per i talloni screpolati)

Ma come bisogna procedere, nello specifico? È davvero semplice e il risultato è garantito: versiamo una tazza di collutorio nello scarico del lavandino per eliminare i batteri che impuzzoliscono la nostra cucina. Quindi dobbiamo aspettare circa 30 minuti: in questo modo gli agenti che uccidono i batteri hanno modo di fare il loro sporco (è proprio il caso di dirlo) lavoro.

Passato questo lasso di tempo non ci resta che aprire l’acqua bollente e risciacquare bene. Con il trucchetto appena descritto il lavandino profumerà finalmente di fresco e nessuno sarà più costretto a tapparsi il naso la prossima volta che entrerà nella nostra cucina.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti