Che fine ha fatto Daniele Luttazzi?

18 anni dopo l'editto bulgaro di Berlusconi, il comico potrebbe tornare in Rai per volere di Freccero

Il successo, la censura e – alla fine – il conseguente allontanamento dalla tv. La storia di Daniele Luttazzi è ormai nota: la carriera del comico subisce infatti un brusco arresto dopo il cosiddetto Editto bulgaro, attraverso cui l’allora premier Silvio Berlusconi accusò Luttazzi, Enzo Biagi e Michele Santoro di fare un uso “criminoso” della tv di Stato.

Luttazzi, che all’epoca era alla guida del talk show Satyricon, si ritrovò con il suo programma non confermato e – da allora – non ha più lavorato in Rai. Un caso unico forse nella storia della tv italiana e di cui si è a lungo parlato. I ben informati ricorderanno infatti che, dopo gli esordi televisivi al Maurizio Costanzo Show e in divDaniele Luttazziersi varietà sulle prime reti, Luttazzi raggiunge la popolarità partecipando a Mai Dire Gol dal 1996 al 1998. Alcuni dei personaggi da lui interpretati sono iconici ancora oggi: da Panfilo Maria Lippi el Prof. Fontecedro, passando per Luisella Gori. Il successo gli garantisce finalmente dei format interamente ideati e da lui condotti: Barracuda arriva nel 1998 su Italia 1 e poi, appunto, Satyricon, cancellato dopo l’editto non senza qualche rivincita da parte di Luttazzi, che alla fine – dopo numerosi processi – ha vinto tutte le cause inerenti l’eliminazione del format.

E da allora? Per Luttazzi arriva tanto teatro e anche qualche collaborazione giornalistica, fino al ritorno in tv nel 2007 con Decameron su La7. Anche quel format tuttavia viene sospeso.
Proprio in questi giorni, però, si parla di un ritorno in Rai del comico. I rumors parlano infatti di un incontro tra Freccero e Luttazzi e di un programma che dovrebbe andare in onda a ottobre 2019 nella seconda serata di Rai2. Come andrà a finire?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti