È di un italiano l’opera d'arte più lunga del mondo

È l’artista italiano Luca Fruzzetti, in arte Dale, a firmare l’opera d’arte entrata nei Guinness World Records come la più lunga al mondo.

11 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Dallo scorso 4 maggio c’è un nuovo nome italiano nella lunga e prestigiosa lista dei Guinness World Records. Si tratta di Luca Fruzzetti, in arte Dale, ed è sua l’opera d’arte più lunga del mondo realizzata da un singolo individuo. Il lavoro si chiama ‘The Walk of Peace’ ed è stato realizzato, in piena pandemia, a Massa per una lunghezza certificata di 5.310 metri superando, dunque, il precedente primato a stelle e strisce di 3,300 metri.

Proprio a fronte della situazione difficile che l’Italia e il mondo intero stanno vivendo, l’opera vuole mandare un messaggio di speranza per la ripartenza della cultura e non solo. “Rappresenta le diverse fasi dell’esistenza leggerezza e libertà”, si legge nella scheda ufficiale sul sito dei Guinness World Records. Sono stati necessari mesi di lavoro e oltre sessanta volontari, per trasformare il lungomare da Forte dei Marmi a Massa nella passeggiata della pace di Dale.

“Dall’incertezza della quotidianità nasce l’opera ‘The Walk of Peace’”, scrive l’artista sul suo sito dalearteheritage.it. E spiega così l’ispirazione per l’impresa pittorica: “Ho cercato di creare un viaggio nei colori dell’arcobaleno, un’esperienza immersiva in cui le persone potessero sperimentare concretamente una dimensione di positività verso il futuro”.

“L’arcobaleno, seppur nella sua semplicità, ci lascia sempre una sensazione di meraviglia e stupore. – continua Dale – Stupore e leggerezza che popolano l’opera attraverso delle leggiadre farfalle che volteggiano tra prati e oceani di colore”. Ma ci sono tante altre tematiche e simbologie che si snodano lungo l’opera, dall’empatia alla diversità, dalla sostenibilità ambientale all’inclusione. E con i suoi colori sgargianti e il tratto quasi infantile, ‘The Walk of Peace’ è l’esaltazione della speranza e dell’immaginazione.

“In questi ultimi mesi ho riflettuto molto riguardo al modo in cui l’arte potesse avvicinarsi alle persone e cogliere la loro voce”, racconta Dale. “Finché mi è sembrato inevitabile lasciar parlare questa espressione sociale e darvi forma tangibile”. Fondamentale, per portare a compimento l’impresa, è stato il sostegno di aziende da tutta Italia e un padrino d’eccezione come Gigi Buffon.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti