Gli scienziati hanno scoperto un pianeta più grande di Giove

La sua dimensione è circa 1,4 volte quella di Giove

29 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Il gruppo di ricerca e studio di esopianeti presso il Physical Research Laboratory (PRL) di Ahmedabad ha scoperto un nuovo esopianeta in orbita troppo vicino a una stella evoluta o invecchiata con una massa di 1,5 volte quella del Sole e situata a 725 anni luce di distanza, secondo l’Indian Space Research Organisation.

Questa scoperta è stata fatta utilizzando lo spettrografo a fibra ottica PRL Advanced Radial-velocity Abu-sky Search (PARAS), il primo del suo genere in India, sul telescopio di 1,2 metri di PRL presso il Mt. Abu Observatory, lo spazio con sede a Bengaluru ha dichiarato l’agenzia in una nota.

Come riporta Eastmojo.com, usando PARAS, che ha la capacità di misurare la massa di un esopianeta, si è scoperto che la massa dell’esopianeta è del 70% e ha una dimensione di circa 1,4 volte quella di Giove.

Queste misurazioni sono state effettuate tra dicembre 2020 e marzo 2021. Ulteriori misurazioni di follow-up sono state ottenute anche dallo spettrografo TCES dalla Germania nell’aprile 2021 e anche osservazioni fotometriche indipendenti dal telescopio da 43 cm del PRL sul Monte Abu.

La stella è conosciuta come HD 82139 secondo il catalogo Henry Draper e TOI 1789 secondo il catalogo TESS. Quindi, il pianeta è noto come TOI 1789b o HD 82139b secondo la nomenclatura IAU. Il team di scoperta guidato dal Prof. Abhijit Chakraborty comprende studenti e membri del team e collaboratori internazionali dall’Europa e dagli Stati Uniti.

Questo sistema stella-pianeta scoperto di recente è davvero unico: il pianeta orbita intorno alla stella ospite in soli 3,2 giorni, posizionandolo così molto vicino alla stella a una distanza di 0,05 UA (circa un decimo della distanza tra Sole e Mercurio). Ci sono meno di 10 di questi sistemi ravvicinati conosciuti tra gli esopianeti conosciuti finora.

A causa della stretta vicinanza del pianeta alla sua stella ospite, è estremamente riscaldato con una temperatura superficiale che raggiunge fino a 2000 K, e un raggio gonfiato, che lo rende uno dei pianeti a densità più bassa conosciuti (densità di 0,31 grammi per cc).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti