I cibi da ordinare e da evitare al ristorante secondo gli chef

Ci sono che sarebbe meglio non ordinare mai al ristorante: ecco cosa evitare di chiedere e cosa invece sarebbe meglio preferire

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Mangiare al ristorante è sempre un momento di condivisione e di piacere: non vale la pena rovinarlo per seguire la moda del momento o magari i consigli di qualche amico che si improvvisa esperto di cucina (dove metti il tovagliolo quando mangi al ristorante? L’errore da non fare)

Per andare sul sicuro conviene seguire i consigli di chi invece esperto di cucina lo è sul serio, in quanto chef di fama internazionale: ad esempio il compianto Antony Bourdain, che in più di un’occasione ha messo in guardia i clienti dai ristoranti dal pesce ordinato di lunedì. La maggior parte dei ristoranti riceve gli ordini di pesce il giovedì o il venerdì per il weekend e poi di nuovo il martedì per la settimana: quindi il lunedì spesso si smaltiscono i resti del weekend, non più freschissimi.

Gli chef consigliano anche di non ordinare hamburger di carni pregiate e costosissime come il kobe: non tutti sanno infatti che tritare queste carni significa svalutarle moltissimo, eliminando il valore aggiunto dovuto alla loro consistenza, e che si finirà per pagare molto un piatto di qualità scadente.

Un altro tipo di carne da evitare al ristorante è il pollo: secondo gli chef, i piatti di pollo sono quelli su cui si ricarica di più, dal momento che è una carne economica e che in genere viene proposta senza grandi slanci di creatività. Almeno che non siete a dieta o malati, il petto di pollo potete anche mangiarlo a casa (ecco invece cosa evitare al fast food)

Restando in tema di carne, chiedete a qualunque cuoco cosa ne pensa dei clienti che chiedono il filetto ben cotto: il consiglio di James Biscione, Direttore della Ricerca Culinaria presso l’Institute of Culinary Education, è quello di evitare di chiedere una cottura diversa da quella più adatta per le carni. Ne perdereste soltanto voi, mangiando qualcosa di secco e bruciacchiato e pagandolo come un piatto prelibato.

Infine, un consiglio su cosa ordinare: la specialità della casa. E’ evidente infatti che è quella in cui lo chef è più bravo ed esperto e probabilmente non ve ne pentirete. Inoltre, capovolgendo i termini, il consiglio è quello di evitare di chiedere una bistecca al ristorante di pesce, una pizza al cinese o un fritto misto nella baita di montagna: nella migliore delle ipotesi vi troverete nel piatto cibo preconfezionato e non sarete nemmeno nella posizione di potervi lamentare.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti