Il bimbo prodigio che si è laureato a 11 anni

Il piccolo genio ha preso la laurea in fisica

8 Luglio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Siamo tutti autorizzati a sentirci dei mezzi falliti. La notizia ha dell’incredibile: esiste su questo pianeta un ragazzino di 11 anni che si è laureato. E non in scienze delle merendine, sia chiaro, ma in fisica.

Laurent Simons, come riporta Rtl.it, è un ragazzino belga-olandese di 11 anni, ed era già vicino alla laurea qualche anno fa, a Eindhoven, in Olanda, ma non era riuscito a completare il percorso di studi in seguito a un disaccordo con l’università. In questi giorni ha invece completato con successo i suoi studi ad Anversa, e come se non bastasse ha pure ottenuto il massimo riconoscimento.

La carriera di Laurent non si ferma qui. Durante il prossimo anno accademico, il bambino prodigio seguirà ufficialmente anche il programma del master, di cui ha già seguito alcuni corsi, e successivamente è intenzionato ad intraprendere un dottorato.

La folle scalata di Laurent era iniziata già qualche anno fa. Basti pensare che a soli 8 anni e mezzo aveva preso il diploma al liceo Saint-Jozef Humaniora di Bruges, mentre la laurea in fisica appena conseguita nell’ateneo fiammingo può essere quasi considerata un ripiego.

Due anni fa infatti il nostro piccolo genio aveva abbandonato gli studi di ingegneria elettronica all’università di Eindhoven poco prima di poter raggiungere la sua ‘prima’ laurea – e non aveva ancora compiuto 10 anni – a causa di una controversia sorta con la direzione dell’ateneo olandese.

Gli interessi di Laurent non si limitano alla fisica quantistica: ha infatti ammesso di avere anche molti altri progetti. Tra questi c’è pure la cibernetica, e Laurent ha spiegato che uno dei suoi obiettivi sarebbe quello di riuscire a prolungare la vita grazie allo sviluppo di organi artificiali che possano essere sostituiti nel corpo umano.

Tanta ammirazione per questo piccolo genio, ma sappiamo bene che si tratta di un’eccezione visto che i tempi di noi comuni mortali sono leggermente più lunghi quando si tratta di laurearsi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti