Justin Bieber abbandona il cane malato: è bufera sui social

Justin Bieber è stato travolto dalla polemica dopo aver abbandonato il suo cagnolino malato

Fonte: Facebook

Justin Bieber è finito nuovamente nella bufera dopo aver abbandonato il cane malato. Si tratta di un esemplare di chow chow di sette mesi, che il cantante aveva adottato qualche settimana fa, chiamandolo Toddy. La star aveva presentato il cucciolo ai fan e aveva aperto per lui anche un profilo Instagram, ma poco dopo l’aveva chiuso annunciando che il cane non era più con lui. Il motivo è stato scoperto poco dopo, quando è emerso che Justin Bieber avrebbe abbandonato Toddy dopo aver saputo che era malato.

A rivelarlo è stato il sito di gossip “TMZ”, che ha intervistato Cj Salvador, il ballerino a cui Justin Bieber ha regalato il cane dopo aver scoperto che era malato: “Mi ha detto che me lo dava perché non riusciva a occuparsene per i troppi impegni di lavoro – ha spiegato il ragazzo – ma poi durante una visita veterinaria di routine ho scoperto la verità. Toddy soffre di una grave displasia all’anca, per questo deve essere operato”.

Il cucciolo avrebbe smesso di camminare entro un anno se non fosse stato sottoposto ad una costosa operazione chirurgica oppure il veterinario l’avrebbe dovuto sopprimere. Per salvarlo il ballerino ha aperto una pagina sul sito GoFundMe, tentando di raccogliere 8mila dollari per operare Toddy.

“Abbiamo due possibilità – ha scritto sui social il ragazzo – farlo sopprimere (ma io mi rifiuto) o sottoporlo a una operazione chirurgica molto specializzata. Questa però costa intorno agli 8 mila dollari. Quindi vi chiedo umilmente di donare qualsiasi somma. Qualsiasi cosa sarà molto apprezzata”.

Alla fine il ballerino è riuscito ad ottenere 8mila dollari e a salvare Toddy. Il cucciolo verrà sottoposto all’operazione e starà meglio, nel frattempo però Justin Bieber è finito nella bufera. I suoi fan infatti non gli perdonano il fatto di essere stato così crudele con Toddy e di averlo abbandonato dopo aver scoperto che stava male, soprattutto perché avrebbe potuto permettersi facilmente, vista la sua condizione finanziaria, di pagare l’operazione e salvarlo.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti