Lavi i denti dopo aver fatto colazione? L'errore può costare caro

Qual è il momento migliore per lavarsi i denti al mattino? Sicuramente non dopo aver fatto colazione. Scopri il motivo.

6 Settembre 2023
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

L’igiene orale è importantissima e avere denti puliti e un alito fresco è qualcosa che va al di là di una mera questione estetica, ma rappresenta invece una vera e propria spia sul nostro stato di salute. Proprio per questo, non dovresti mai lavarti i denti dopo aver fatto colazione! Curioso di scoprire il motivo? Andiamo a scoprirlo insieme.

Quali sono le regole per una buona igiene orale?

Andiamo con ordine e partiamo dal principio. Le regole per una buona igiene orale le conosciamo tutti e le seguiamo giornalmente sin da bambini…

Lo spazzolino va utilizzato due volte al giorno e, per una pulizia dentale completa, va accompagnato dall’utilizzo del filo interdentale e del collutorio. Ah, ovviamente, non bisogna dimenticarsi della pulizia della lingua…

Non sempre tuttavia queste regole sono valide. Anzi, in certi casi potrebbero essere addirittura producenti…

Scopri anche:– Vuoi denti puliti e sani? Mangia cioccolato e formaggio

Non lavarti i denti dopo aver fatto colazione: il motivo

Una recente ricerca finanziata dalla British Heart Foundation ha dimostrato che non bisogna lavarsi i denti dopo aver fatto colazione. Bisogna farlo prima invece, appena svegli.

Il motivo sarebbe presto spiegato: i batteri che si accumulano nella nostra bocca durante la notte. Lavandoci subito i denti al mattino facciamo in modo che possano essere eliminati con facilità.

Al contrario, fare colazione prima di lavarsi i denti può alimentare questi batteri, favorendo la formazione di acidi che possono attaccare lo smalto dei denti.

Quali sono i benefici di una buona igiene orale

Avere denti puliti e un alito fresco non serve soltanto a mantenere in salute la nostra bocca. Sempre più studi dimostrano correlazioni tra una buona igiene orale e altri insospettabili aspetti della nostra vita.

Una buona igiene orale, infatti, aiuterebbe anche a mantenersi in salute dal punto di vista cardiologico e da quello neurologico. Non solo rischio di carie, di placca e di tartaro: lo spazzolino aiuterebbe a combattere anche il rischio di ictus e infarto!

Inoltre, pare proprio che non prendersi cura dei propri denti e delle proprie gengive aumenti il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Inoltre, l’infiammazione causata dai disturbi gengivali può danneggiare i vasi sanguigni, compresi quelli del cuore, con conseguente rischio di sviluppare malattie coronariche. Inoltre sembra che chi ha una buona igiene orale vive più a lungo.

Il metodo corretto di lavarsi i denti

Sembra scontato, ma non tutti conoscono le regole per lavarsi bene i denti.

Partiamo con il dire che l’ideale è effettuare movimenti brevi ma delicati, prestando particolare attenzione alla linea delle gengive e pulire delicatamente le aree a rischio: quelle attorno ad eventuali capsule, otturazioni o ricostruzioni.

I passaggi sono i seguenti, posizionando lo spazzolino a 45 gradi contro il margine gengivale:

  • prima la superficie esterna dei denti superiori, poi dei denti inferiori
  • poi la superficie interna, partendo sempre dai denti dell’arcata superiore per poi passare a quelli dell’arcata inferiore
  • spazzolare la superficie masticatoria
  • spazzolare la lingua

Meglio usare uno spazzolino dalla testina piccola o, in alternativa, uno spazzolino elettrico. Inoltre, l’intera operazione di lavarsi i denti deve durare almeno due minuti. Una vecchia filastrocca per bambini recita “per pulire bene i denti, conta fino a centoventi“. Basta seguirla alla lettera!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti