0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Mele cotte al forno: cosa accade se le mangi tutti i giorni

La mela cotta è un dolce della tradizione, salutare sotto molti punti di vista: ecco come e quanto consumarla

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La mela cotta è un dolce antico, della tradizione, che molti assoceranno alle proprie nonne: per la sua consistenza budinosa, per il sapore dolce e la capacità ricostituente, infatti, la mela cotta è un dolce tipico delle persone più anziane (sapevi che la mela non è un frutto?)

In realtà la mela cotta è salutare per tutte le fasce di età: parliamo di un frutto, la mela, che sia cotta che cruda ha grandi qualità nutrizionali ed è un ottimo alleato contro diabete e colesterolo. Cuocendola in forno alcune caratteristiche vanno perdute, ma altre restano e la mela cotta è sicuramente un grande aiuto per l’intestino in caso di stipsi e per la digestione in generale.

Si può mangiare la mela cotta tutti i giorni? E’ considerata un dessert perchè resta piuttosto dolce, ma in realtà si tratta solo degli zuccheri del frutto: riducendo l’acqua, lo zucchero è più concentrato e si avverte di più al gusto. Si può assumere tranquillamente anche se si è sovrappeso o se si soffre di diabete, ma sempre facendo attenzione alle dosi: l’effetto collaterale più diffuso è infatti la diarrea.

La mela cotta è ottima per chi soffre di inappetenza, ha poteri ricostituenti e per questo viene suggerita nella dieta di anziani e bambini: è ricca di fibre, svolge un’azione probiotica e quindi a favore del microbiota inestinale e aiuta a ridurre il colesterolo “cattivo” nel sangue.

Si può quindi tranquillamente consumare tutti i giorni, con un occhio alle porzioni: ecco come cucinarla.

La mela va pulita rimuovendo il torsolo, mentre la buccia si può lasciare: va posizionata in una pirofila insieme ad un po’ d’acqua, succo di limone e una spolverata di cannella. Se non si hanno problemi di peso o di glicemia si può aggiungere anche dello zucchero sopra le mele. A questo punto si procede con la cottura, forno a 200 gradi per 30 minuti. Le mele vanno poi sfornate e fatte raffreddare prima di servirle in tavola, in genere vanno mangiate al piatto, vista la consistenza cremosa, e tiepide.

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti