La Nasa avrebbe distrutto le prime prove della vita su Marte

A causa di un incidente avvenuto negli anni ‘70, la NASA potrebbe aver eliminato le prime prove di tracce di vita su Marte

Se fosse vero sarebbe una gaffe senza precedenti, ma ci sono buone possibilità che la NASA abbia eliminato alcune tracce di vita su Marte.

Sono decenni che la NASA sta cercando di capire se su Marte ci siano state forme di vita. Numerose missioni sono state organizzate e tantissimi sono gli studi che riguardano il pianeta rosso e non si finisce mai di scoprire qualcosa di nuovo. Come che la NASA potrebbe aver accidentalmente distrutto le prime prove della vita su Marte. A rivelarlo è stato il Journal of Geophysical Research: secondo quanto riportato dalla rivista, negli anni ’70 l’Agenzia Spaziale Americana aveva mandato due veicoli su Marte per analizzarne la superficie e cercare di capire se vi erano dei resti organici sul suolo. Il tentativo però non andò a buon fine e si risolse con un nulla di fatto.

Secondo la tesi del Journal of Geophysical Research, la ricerca di vita su Marte non andò a buon fine perché i due veicolo spaziali causarono un incendio accidentale. Questo distrusse tutte le tracce organiche presenti sul suolo, mandando letteralmente “in fumo” la missione. «L’assenza di tracce organiche nei campioni raccolti da Viking-1 e Viking-2, contraddiceva tutte le nostre idee su come si comportano i pianeti e gli asteroidi, e abbiamo scoperto a che cosa era collegato. Abbiamo trovato tracce di “bruciatura” dei perclorati», queste le parole di Christopher McKay della NASA Ames Research Center.

All’epoca gli scienziati rimasero molto sorpresi per non aver trovato nulla su Marte, dato che si aspettavano anche tracce minime di vita sul pianeta rosso. La scoperta di questo incidente potrebbe gettare nuova luce sulla missione degli anni ’70 e mescolare le carte in tavola.

Scopo della NASA da sempre è organizzare una spedizione umana su Marte. Questa, infatti, potrebbe esplorare il pianeta molto meglio dei robot inviati finora. Il problema è la distanza che separa la Terra da Marte, molto più lunga di quella che separa la Terra dalla Luna. Ci vorrebbero infatti due o tre anni per arrivare sul pianeta rosso: e, com’è facile intuire, si tratta di una missione estremamente pericolosa.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti