Nell'acquario dei BoomDaBash: la playlist per Supereva

In occasione dell'uscita di "Barracuda", ci siamo tuffati nell'acquario musicale dei BoomDaBash: ecco la loro playlist

I BoomDaBash ci hanno regalato una playlist speciale in occasione dell’uscita di “Barracuda” (puoi guardare il video QUI), brano realizzato insieme a Fabri Fibra e Jake La Furia. La canzone segna il grande ritorno di uno dei migliori  e più noti gruppi reggae della Penisola.

La band salentina – ancora una volta – dimostra di saper mixare in modo eccellente elementi hip hop, reggae, soul e drum and bass. Il singolo “Barracuda” è prodotto da Takagi & Ketra e sfrutta la grande versatilità dei BoomDaBash, in grado di mescolare alla perfezione i più svariati stili.

“La playlist rispecchia perfettamente la versatilità dei miei ascolti”,  ci ha spiegato Biggie Bash, uno dei membri nonché voce del gruppo. “Non mi è mai piaciuto limitare il mio spazio d’ascolto chiudendomi all’interno di confini immaginari dettati da questo o quell’altro genere”.

“Amo la musica nella sua completezza” – prosegue Biggie– “e grazie alla mia estrema apertura mentale riesco ad approcciarmi a qualsiasi genere musicale in maniera costruttiva e con un senso critico molto oggettivo”.

“Questa “fame” di musica, se così possiamo chiamarla” – conclude – “mi ha formato anche artisticamente e professionalmente. Non è un caso infatti che le nostre produzioni musicali siano così contaminate, la spiegazione sta proprio nell’immagazzinare e metabolizzare musica proveniente dai panorami musicali più disparati”.

La playlist dei BoomDaBash inizia sulle note di “Down on life” di Elliphant e continua con “In orbita” di Gué Pequeno feat. Fabri Fibra, che ritroviamo anche in “Barracuda”. Si prosegue poi con “New Americana” di Halsey e “Born to die” di Lana Del Rey.

La playlist del gruppo salentino entra nel vivo con “When the beat drops out” di Marlon Roudette (ex cantante dei Mattafix) e “Le monde ou rien” del duo francese PNL. Troviamo poi “You’re not There” di Lukas Graham e “Night by night” di Chromeo, per andare a chiudere con “There for you” di Damian Marley e “Rude” di Magic.

I BoomDaBash sono nati nel 2002 a Mesagne come sound system grazie all’incontro fra il deejay Blazon, il beatmaker Mr. Ketra e i cantanti Biggie Bash e Payà. Nel 2008, con l’arrivo di Treble, i BoomDaBash sono diventati un gruppo a tutti gli effetti, pubblicando il disco “Uno”.

Da allora la carriera del gruppo di origini salentine non si è più fermata, con partecipazioni eccellenti ad importanti festival europei e italiani, un tour negli Stati Uniti e svariati singoli di successo.

BoomDaBashAssumiamo le sembianze di “Barracuda” e tuffiamoci nell’acquario musicale dei BoomDaBash.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti