Questi oggetti di uso comune sono oro per i collezionisti

Potremmo avere in casa oggetti che valgono una piccola fortuna e non lo sappiamo.

8 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Tra un trasloco e l’altro, o per altre necessità, potremmo trovarci nella condizione di dover liberare spazio in casa. Ecco, allora, che i primi oggetti a farne le spese sono quelli più vecchi, che magari ritroviamo per caso e di cui non ricordavamo neppure l’esistenza. E spesso si tratta di oggetti comuni, persi chissà dove o ricevuti in eredità dai nonni. Prima, però, di abbandonarli al loro destino è meglio stare attenti perché alcuni potrebbero valere una piccola fortuna.

Per molti collezionisti, infatti, ci sono memorabilia per cui sarebbero disposti a spendere un bel gruzzoletto. In alcuni casi, poi, non si tratta neanche di spendere cifre enormi quanto di appagare una passione che, ammettiamolo, a volte è una forma di ossessione. Per questo motivo, potremmo fare la felicità degli appassionati davvero con poco. Un esempio? Alcuni modelli di orologi Swatch e le care, vecchie, macchine da scrivere.

Il computer e la tecnologia hanno ormai relegato al passato ogni altro strumento di scrittura che inevitabilmente resta a prendere polvere in qualche stanzino al buio o in garage. Cercando per bene, quindi, potrebbe capitare di ritrovare una macchina da scrivere appartenuta a genitori o nonni. Un piccolo gioiellino di antiquariato inutile oggi a livello funzionale ma ricercatissimo dai collezionisti e amanti del vintage.

Sembra, anzi, che questo periodo stia alimentando la mania delle macchine a scrivere storiche, come quella dell’iconica Olivetti. Tra i modelli più ricercati a livello internazionale ci sono la ‘M20’ che, secondo proiezionidiborsa.it, varrebbe circa 400 euro. Mentre la ‘M40’ si aggira attorno ai 300 euro. Anche in casa Remington, poi, ci sarebbero macchine da scrivere particolarmente rare. Tra queste, la più famosa è la ‘Model 7’, venduta all’asta per duemila dollari. Non resta che aprire i vecchi bauli in cantina e chissà che non spunti qualche gioiello dimenticato.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti