Rami Malek interpreterà il cattivo nel prossimo 007

Dopo "Bohemian Rhapsody", un altro importante ruolo per l'attore premio Oscar Rami Malek

Dopo il Premio Oscar come “Miglior attore protagonista” per “Bohemian Rhapsody“, Rami Malek è pronto per un nuovo ruolo importante.

L’attore, salvo colpi di scena, interpreterà il “villain” nel prossimo film di 007, “Bond 25“, diretto dal regista Cary Fukunaga. A darne notizia è il sito ‘Collyder’, secondo cui la trattativa tra l’attore e la produzione del film sarebbe arrivata ormai al momento finale.

In un primo momento sembrava che l’accordo non potesse andare in porto a causa degli impegni di Rami Malek, alle prese con la registrazione dell’ultima stagione della serie tv che lo ha reso famoso, cioè “Mr Robot“.

A quanto pare, però, l’attore è riuscito a organizzare i suoi impegni in modo da poter lavorare ad entrambi i progetti. Ora, anche in virtù dell’Oscar vinto da Rami Malek che ha fatto lievitare le sue quotazioni, si attende solo l’annuncio ufficiale dell’accordo tra lui e la produzione di “Bond 25”.

I rappresentanti di Rami Malek non hanno risposto alle molteplici richieste di commenti sul suo possibile coinvolgimento in “Bond 25” fatte arrivare nelle ultime 48 ore. MGM ha preferito non commentare l’indiscrezione.

Non si conoscono ancora i dettagli del ruolo che dovrebbe interpretare Rami Malek nel prossimo film su 007, ma il “cattivo” di “Bond 25” potrebbe arrivare dal Nord Africa (Malek ha origini egiziane) ed essere cieco.

Oltre a Daniel Craig, che interpreterà (per l’ultima volta?) James Bond, e (a quanto pare) a Rami Malek, il cast di “Bond 25” prevede la presenza di Naomie Harris, Ben Whishaw, Léa Seydoux e Ralph Fiennes. Tra i nomi degli altri possibili interpreti al centro di diversi rumours, spiccano, in attesa di conferme, quelli di Lupita Nyong’o e Billy Magnussen.

I produttori di “Bond 25” sono Barbara Broccoli e Michael G. Wilson. Al momento, la data d’uscita del film è fissata all’8 aprile 2020.

Inizialmente, la regia del nuovo 007 era stata affidata a Danny Boyle (noto per la regia di “Trainspotting” e vincitore del Premio Oscar per “The Millionaire“), ma nell’agosto 2018 era stato annunciato il suo addio a causa di «divergenze creative». Nel settembre dello scorso anno, poi, è stato confermato l’arrivo dietro la macchina da presa di Cary Fukunaga (“True Detective“, “Maniac“).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti