I sette hobby che sviluppano il cervello meglio di altri

Secondo una ricerca scientifica sono sette gli hobby che possono sviluppare al meglio il nostro cervello

Fonte: Supereva.it

Alcune attività, più delle altre, possono aiutarci a sviluppare al meglio il nostro cervello. Si tratta di hobby molto comuni, ma che sono i migliori per avere una mente attiva e accrescere l’intelligenza. Fra le attività indicate dai ricercatori troviamo prima di tutto la lettura. Leggere infatti rafforza le competenze intellettive, consente di ridurre lo stress, aiuta ad apprendere in modo strutturato e complesso dei contenuti e sviluppa l’immaginazione. Per gli studiosi leggere permette di sviluppare tutte e tre le intelligenze del nostro cervello: fluida (problem solving), sociale (ossia la capacità di relazionarsi) e cristallizzata (ossia la capacità di usare conoscenze già presenti nella memoria). Molte ricerche hanno messo in evidenza anche l’importanza di imparare a suonare uno strumento. Questa attività infatti stimola la corteccia cerebrale, creando nuovi collegamenti fra i neuroni.

Suonare uno strumento inoltre aiuta a rafforzare il corpo calloso, ossia le fibre mieliniche che collegano i due emisferi. Importantissimi anche i giochi da tavola e le lingue. I primi costituiscono una vera e propria ginnastica per il cervello, aiutando a sviluppare la neuroplasticità, ovvero la capacità del sistema nervoso di mutare le sinapsi, generandone di nuove, eliminandone e cambiando l’intensità. Una buona neuroplasticità migliora l’apprendimento e le relazioni sociali, proteggendo da ansia e depressione. Stesso discorso per le lingue. Impararne una nuova equivale a “coccolare” i neuroni, prevenendone il declino. Il problem solving e il ragionamento creativo sviluppato durante l’apprendimento di una lingua infatti consentono di mantenere il cervello giovane.

Fra gli hobby perfetti per il benessere del cervello troviamo anche lo sport. Alcune ricerche infatti hanno dimostrato come il movimento sia in gradi di aumentare la produzione di neurotrofina BDNF sostanza situata nell’ippocampo. Questa proteina è fondamentale per i neuroni del sistema nervoso sia centrale che periferico e favorisce la crescita di nuovi neuroni e di sinapsi. Lo sport di conseguenza fa bene sia alla memoria a lungo termine che all’elaborazione di nuove conoscenze e all’apprendimento.

Infine troviamo due fra gli hobby più “particolari” che però fanno benissimo al cervello: la meditazione e lo sviluppo della memoria cumulativa. Lo psichiatra Richard Davidson ha studiato l’attività cerebrale del Dalai Lama e di diversi monaci buddisti, scoprendo come la meditazione consenta di sviluppare funzioni del cervello che altrimenti rimarrebbero inutilizzate. In particolare la meditazione consentirebbe di avere un controllo sulle emozioni così forte da poter scegliere quale provare. La memoria cumulativa invece viene sviluppata tenendo un diario, annotando i propri pensieri e organizzando le proprie giornate. Un modo semplice, ma efficace, per sviluppare la memoria: più facile di così!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti