0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

La storia di Lucy, il cane che ha fatto cambiare la legge in UK

Lucy era un cavalier king che, proprio come dice il suo nome, si è eretta a paladina contro i soprusi sugli animali

Gli animali sono creature meravigliose, che però non hanno i mezzi per difendersi dai soprusi degli esseri umani.

E questa è una cosa orribile, dato che non sono in grado di fare altro che dare amore e affetto a chi gli sta intorno. Questo accade specialmente con i cani, gli animali più legati in assoluto agli esseri umani. Non a caso si dice che sono i migliori amici dell’uomo: ed è vero, perché farebbero di tutto per loro e soffrono terribilmente quando il padrone o la padrona sono lontani da casa. E, nonostante questo, esistono ancora persone che hanno il coraggio di abbandonarli senza battere ciglio, spezzandogli il cuore. Ma fortunatamente non sono tutti così: basti vedere la storia della cagnolina Lucy, salvata da una ragazza, Lisa Garner, nel marzo 2013. Lisa ha trovato Lucy nel 2013 e l’ha portata via da un allevamento di cuccioli che aveva ridotto il suo corpicino allo stremo.

Lucy the Rescue Cavalier era una Cavalier King di razza impiegata negli allevamenti di cuccioli del Regno Unito per sfornare un cagnolino dopo l’altro. Tutti – ovviamente – destinati alla vendita. E i piccoli di Cavalier King, essendo una razza molto pregiata, non costano poco. Non solo i cuccioli le venivano tolti subito per essere venduti: il corpo di Lucy è stato messo così a dura prova, che quando Lisa l’ha trovata nell’allevamento ha deciso di portarla via subito. Ed è da allora che è nata una campagna – con il volto di Lucy – contro la vendita da parte di terzi di gattini e cuccioli di età inferiore ai sei mesi. E indovinate un po’? Adesso nel Regno Unito la battaglia di Lucy è diventata legge.

Ora le persone che vogliono adottare un animale domestico non potranno acquistarlo in un negozio di animali, ma dovranno rivolgersi direttamente all’allevatore. Dove potranno così verificare di persona lo stato di salute delle cucciolate, delle loro mamme, e il modo in cui vengono cresciuti. Questa nuova legge garantirà non solo che gli allevatori non maltrattino gli animali, ma renderà più difficile la vendita di cani e gatti illegalmente contrabbandati.

Lucy oggi non c’è più ed è volata sul ponte dell’arcobaleno. Ma nessun cane nel Regno Unito subirà gli stessi maltrattamenti che ha dovuto sopportare lei per i primi cinque anni di vita.

La storia di Lucy, il cane che ha fatto cambiare la legge in UK

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti