Tutto su 'La Caserma', dalla location al narratore

Inizia mercoledì 27 gennaio 'La Caserma', il nuovo format di Rai2: come funziona il programma? E dov'è ambientato? Tutte le info.

25 Gennaio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

È destinato a prendere il testimone de Il Collegio il nuovo format in onda su Rai2, La Caserma. Finora sono trapelati indizi e indiscrezioni, ma ora che il debutto del programma è alle porte (è previsto per mercoledì 27 gennaio alle ore 21.20), possiamo dirvi qualcosa in più su questa nuova avventura televisiva di Rai2.

Innanzi tutto, La Caserma è un docu-reality realizzato in collaborazione con Blu Yazmine e propone un ritratto inedito ed esaltante della generazione Z, quella dei post adolescenti. Proprio come Il Collegio si tratta infatti di un esperimento sociale che farà riflettere sui ragazzi compresi nella fascia degli under 30. Parole d’ordine saranno disciplina, doveri, convivenza, addestramenti e dure esercitazioni.

I protagonisti sono quindici ragazzi e sei ragazze appena maggiorenni, provenienti da tutta Italia, che non hanno mai sperimentato un mondo senza internet e social media. Ora dovranno vivere per un mese un’esperienza estrema e sconosciuta. Una sfida a mettersi alla prova, per imparare a credere nel gruppo e nell’amicizia. Dovranno adattarsi a un rigido percorso di formazione militare rispettando le regole imposte da cinque istruttori professionisti (Simone Cadamuro, Germano Capriotti, Deborah Colucci, Giovanni Rizzo, Salvatore Rossi) sotto l’occhio vigile di un irremovibile istruttore capo, Renato Daretti.

Il narratore è Simone Montedoro, la cui voce racconterà e accompagnerà le avventure dei giovani durante le sei puntate. A differenza de Il Collegio, La Caserma non ha alcuna collocazione temporale: è piuttosto – come recita il comunicato – “un mix tra romanzo esperienziale e adventure, con l’idea di raccontare i ventenni del 2020 che gli autori del programma descrivono come ‘una generazione profondamente matura, capace di leggere la tradizione, proiettarsi nel futuro e ben consapevole di se stessa’”. Sono ragazzi neet, i giovani inattivi che non studiano e non cercano un lavoro. E in trenta giorni dovranno superare i propri limiti, nella speranza che diventino un po’ più adulti.

Lo scenario, particolarmente affascinante per la stagione invernale, sarà Levico, in provincia di Trento, con una struttura adibita a caserma, trasformata per l’occasione in un set unico per un percorso di addestramento duro e a contatto con la natura.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti