Uova strapazzate cremose: il trucco del latte funziona davvero?

Sulle uova strapazzate ci sono diverse scuole di pensiero: c'è chi le cucina aggiungendo latte e chi, come Gordon Ramsay, le mette e toglie dal fuoco

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Le uova strapazzate sono un elemento irrinunciabile della colazione all’americana, ma ormai da tempo sono state incluse anche nei menù più mediterranei, magari a pranzo o a cena: amate in particolare dai bambini, per la loro consistenza cremosa, sono semplici e veloci da preparare e pensate che anche uno chef stellare come Gordon Ramsay ne ha sviluppato una sua versione (cuocete le uova a fiamma alta? E’ un errore).

Sul magazine “Insider” è stata pubblicato recentemente l’esperimento della food reporter Rachel Askinasi, che ha provato a preparare le uova strapazzate in dieci modi diversi per capire in quale variante fossero più gustose: le sue conclusioni sono decisamente sorprendenti! (Se vi piacciono di più le uova sode, ecco tutto quello che dovete sapere)

Nella versione italiana della ricetta, infatti, le uova strapazzate vengono cucinate aggiungendo latte, panna o acqua (per la versione più light) ai tuorli sbattuti con la forchetta e poi il composto viene spostato in una padella imburrata, dove viene mescolato continuamente per impedire che diventi una frittata, fino a completa cottura (Pane, burro e marmellata è un’ottima colazione, leggete perchè).

Secondo Rachel Askinasi, invece, aggiungere latte, panna o liquidi in generale rende le uova troppo umide ed insapori: meglio mettere uova e burro fuso insieme in padella e cuocere a fuoco basso (avete mai provato la cottura a bassa temperatura?)

La ricetta di Gordon Ramsay (ecco quanto gadagnano gli chef più famosi) prevede invece mettere sul fuoco uova e burro fuso in un pentolino dal fondo spesso, mescolare e togliere dal fornello appena le uova iniziano a rapprendersi. Bisogna ripetere il procedimento almeno 3 o 4 volte, finchè le uova risultano cremose, e solo allora aggiungere un cucchiaio di panna fresca, poi salare e pepare e infine servire.

Le scuole di pensiero sulle uova strapazzate, come vedete, sono diverse: e voi come le preparate?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti