6 segnali evidenti che stai mangiando troppo zucchero

Lo zucchero è fondamentale a darci la carica giusta, ma quando si eccede il nostro corpo ne risente: i campanelli d’allarme che ci invia sono parecchi

Un bel gelato d’estate all’aria aperta dopo cena, la panna sulle fragole, il caffè dolce che tanto la vita è già amara… Quante volte cediamo alla tentazione dello zucchero? E quando questo strappo diventa la regola? Lo zucchero è un elemento molto importante per la nostra salute perché grazie ad esso, abbiamo l’energia che ci serve per affrontare la giornata, tuttavia un eccesso di zuccheri può rivelarsi davvero molto pericoloso per la salute dell’organismo. Ma come ci accorgiamo che stiamo esagerando?

Basta ascoltare e guardare il nostro corpo che ci invia una serie di segnali ben visibili attraverso i quali ci invita caldamente a smettere di assumere troppi zuccheri (a proposito, meglio lo zucchero bianco o quello di canna?): al di là dell’aumento di peso, dovuto alle calorie contenute in cibi zuccherati e al rilascio di insulina nel pancreas, e oltre al serio rischio di carie ai denti (commetti anche tu questo errore quando ti lavi i denti?) poiché i batteri della bocca si nutrono di zuccheri e creano acidi deleteri per lo smalto dentale, molti altri sono i campanelli d’allarme a cui prestare attenzione.

Quando mangiamo troppo zucchero, le nostre difese immunitarie si abbassano a causa di uno squilibrio della flora intestinale poiché i batteri buoni contenuti in essa non riescono ad agire come dovrebbero; gli uomini potrebbero riscontrare qualche problemino sotto le lenzuola e andare incontro a una défaillance proprio nel momento meno opportuno mentre le donne, se non tengono a bada la loro voglia di dolce, si potrebbero ritrovare a combattere precocemente con rughe (bastano 20 minuti di schiaffi per tornare giovani!) e segni del tempo perché lo zucchero ostacola la produzione di collagene ed elastina.

Sembra inoltre appurato il legame tra zucchero e insonnia: mangiare un dolcetto poco prima di coricarsi aumenta le difficoltà di riposare bene (qui tutti gli effetti negativi a cui andiamo incontro se dormiamo poco e male) perché interferisce con il rilascio di serotonina e melatonina, ormoni necessari per farci rilassare.

Inoltre è possibile riscontrare, qualora si ingeriscano troppi zuccheri, un accentuato gonfiore addominale accompagnato sovente da flatulenza poiché il nostro organismo fa fatica a smaltirlo: così facendo lo zucchero fermenta nell’intestino e la pancia si gonfia.

Infine fate attenzione anche agli sbalzi di umore: i picchi glicemici portano sensazioni di piacere al nostro cervello, ma le ricadute ci rendono lunatici, nervosi, scontrosi e poco concentrati.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti