0, 0, 1, 1, 0, 0, 0 trend

Bicarbonato di sodio per sbiancare i denti, funziona davvero?

Il bicarbonato di sodio porta molti benefici se sfruttato nel modo giusto. Vediamo uno dei suoi utilizzi più comuni, quello di sbiancante per i denti

Il bicarbonato è un elemento multifunzionale e porta diversi benefici nella nostra vita quotidiana. Viene usato come lievito naturale in cucina ad esempio, o come rimedio di bellezza per ristabilire il ph corporeo. Uno dei suoi utilizzi più frequenti è quello di sbiancante per i denti. Grazie alle sue proprietà chimiche è, infatti, in grado di rendere i denti più lucenti e bianchi, eliminando le macchie dovute al consumo di cibi come il caffè.

Quando si esegue uno sbiancamento dentale professionale viene usata la tecnica dell’air polishing. Questo procedimento consiste nello spruzzare sul dente ad una certa velocità un liquido composto da acqua bicarbonato di sodio e aria. In questo modo la pressione creata, unita al liquido, che a seconda della quantità di bicarbonato in esso presente sarà più o meno abrasivo, elimina la placca.

Ricette sbiancanti

Il baking soda, come viene chiamato in inglese, grazie a queste sue proprietà viene anche utilizzato nelle ricette di molti dentifrici per aiutare ad eliminare le macchie e la placca. Inoltre, viene spesso usato nelle ricette fai da te grazie alla sua facile reperibilità, non solo per la sfera dentale ma anche per quella della salute dell’apparato digerente.

Un esempio di ricetta sbiancante home made può essere quello di unire qualche goccia di limone ad un cucchiaino di bicarbonato per poi spalmarlo sui denti come un dentifricio. Un altro consiglio è quello di immergere lo spazzolino nel bicarbonato di sodio e poi bagnarlo con l’acqua ossigenata per poi procedere normalmente a lavarsi i denti con questo miscuglio.

Uno sbiancante naturale

Quindi, il bicarbonato è ottimo per riuscire a levare le macchie dovute al tempo dai denti. Bisogna però stare attenti con le ricette sbiancanti casalinghe. Il problema del bicarbonato di sodio è che se usato eccessivamente può portare problemi alla nostra salute orale. Se non diluito correttamente può addirittura causare ustioni alla mucosa.

Un altro rischio è quello di destabilizzare il ph nella bocca rendendolo troppo basso e mettendo in pericolo la flora batterica. Inoltre, è totalmente sconsigliato a chi ha la dentina esposta in alcuni punti, perché rischia di peggiorare la sensibilità dentale. Un consiglio, quindi, è quello di non usarlo più di una volta a settimana e di sciacquare abbondantemente la bocca dopo l’applicazione.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti