Dante Alighieri e l'uovo: l'aneddoto che in pochi conoscono

Sapevi che il Sommo Poeta era legato all'uovo da un curioso aneddoto? Ecco quale

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Il 25 marzo è il Dantedì, la giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta Dante Alighieri, istituita nel 2020 dal Consiglio dei ministri su proposta del Ministro della cultura Dario Franceschini. La scelta del giorno non è casuale, dal momento che gli studiosi riconoscono il 25 marzo come inizio del viaggio nell’aldilà narrato nella Divina Commedia. 

Padre della lingua italiana, autore di capolavori della letteratura non solo nostrana ma pure mondiale, le parole non bastano per descrivere il genio di un autore le cui opere sono state studiate ieri, oggi, e verranno studiate anche domani, sempre che il genere umano non decida di procedere speditamente verso il degrado cancellando qualsiasi traccia di cultura e bellezza.

In occasione del Dantedì sono tante le iniziative organizzate dalle scuole, dagli studenti e dalle istituzioni culturali per celebrare al meglio, malgrado la pandemia, Dante Alighieri, come si può leggere sul sito beniculturali.it. Quest’anno, tra l’altro, ricorre anche il settecentesimo anniversario della morte di Dante.

Forse però non tutti conoscono un aneddoto che lega il Sommo Poeta all’uovo, quindi quale migliore occasione per scoprire lati meno noti di questo immenso artista?

Si racconta di un punto a Firenze in cui a Dante Alighieri piaceva sedersi e scrivere le sue poesie d’amore su Beatrice mentre osservava la costruzione del Duomo. La leggenda narra che un passante a lui sconosciuto un giorno gli chiese quale fosse il cibo più buono del mondo. “L’uovo” rispose il poeta. Un anno dopo lo stesso uomo passò di nuovo davanti a lui e gli domandò a bruciapelo: “Come?”, mettendo alla prova la ben nota memoria di Dante, che rispose prontamente: “Con sale”.

Se sia vero o no forse non lo sapremo mai, ma partendo proprio da questo aneddoto Achille Campanile prese ispirazione per scrivere il racconto intitolato Dante e l’uovo, contenuto nella raccolta Vite degli uomini illustri (1975).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti