Il festival Woodstock 50 è stato cancellato

I finanziatori del festival Woodstock 50 hanno annunciato la cancellazione dell'evento, ma è giallo

Il festival Woodstock 50, organizzato per celebrare il cinquantesimo anniversario del famoso festival che si svolse a Bethel nell’agosto 1969, è stato cancellato. Forse.

A comunicare la decisione sono stati i principali finanziatori dell’evento, che si sarebbe dovuto tenere tra il 16 e il 18 agosto prossimo a Watkins Glen, nello stato di New York, negli Stati Uniti d’America. Un comunicato diffuso attraverso ‘Billboard’ dall’agenzia Dentsu Aegis Network, tra i finanziatori del festival Woodstock 50, ha confermato la cancellazione parlando di «problemi di salute e di sicurezza per gli artisti, i partner e gli spettatori».

La vicenda, però, rischia di trasformarsi in un “giallo”: i rappresentanti di Woodstock 50, infatti, hanno diffuso un loro comunicato su ‘Pitchwork’. Nella nota si legge: «Ci impegniamo a garantire che il 50° anniversario di Woodstock sia contrassegnato da un festival meritevole del suo nome iconico e del suo posto nella storia e nella cultura americana. Nonostante il ritiro del nostro partner finanziario, naturalmente continueremo con la pianificazione del festival e intendiamo portare nuovi partner. Riconosciamo allo stato di New York e alla contea di Schuyler il loro duro lavoro e supporto. La linea di fondo è che ci sarà un festival per il cinquantesimo anniversario di Woodstock, come è giusto che sia, e che sarà esplosivo».

Nella lineup dei cantanti previsti sul palco a Woodstock 50, prima che i finanziatori dell’evento annunciassero la cancellazione, spiccano i nomi di The Killers, Miley Cyrus, Santana, The Lumineers, Robert PlantChance the Rapper, Jay-Z e Imagine Dragons.

Di seguito, la lista completa degli artisti annunciati per Woodstock 50:

Day One: The Killers, Miley Cyrus, Santana, The Lumineers, The Raconteurs, Robert Plant, John Fogerty, Nathaniel Rateliff and the Night Sweats, Run the Jewels, The Head and the Heart, Maggie Rogers, Michael Franti & Spearhead, Anderson East, Princess Nokia, John Sebastian, Melanie, Grandson, Fever 333, Dorothy, Flora Cash, Larkin Poe, Brian Cadd e Ninet Tayeb.

Day Two: Dead and Company, Chance the Rapper, Black Keys, Sturgill Simpson, Greta Van Fleet, Portugal. The Man, Leon Bridges, Gary Clark Jr., Edward Sharpe & The Magnetic Zeroes, Dawes, Margo Price, Country Joe, Rival Sons, Emily King, Soccer Mommy, Taylor Bennett, Amy Helm, Courtney Hadwin, Pearl, John-Robert e Iamddb.

Day Three: Jay-Z, Imagine Dragons, Halsey, Cage The Elephant, Brandi Carlile, Janelle Monae, Young The Giant, Courtney Barnett, Common, Vince Staples, Judah and the Lion, Earl Sweatshirt, Boygenius, the Zombies, Canned Heat, Hot Tuna, Pussy Riot, Cherry Glazerr, Leven Kali, The Marcus King Band, Victory, Hollis Brown, John Craigie, Amigo The Devil e Liz Brasher.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti