‘Genitori vs Influencer’, Fabio Volo: «Finalmente professore!»

Fabio Volo è tornato sul set e in ‘Genitori vs Influencer’ ha realizzato un sogno: quello di interpretare un professore. Le sue parole.

1 Aprile 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Si intitola ‘Genitori vs Influencer’ il nuovo film Sky Original in prima assoluta su Sky Cinema Uno domenica 4 aprile in prima serata (disponibile anche on demand e in streaming su NOW). Prodotta da Paco Cinematografica e Vision Distribution con Neo Art Producciones, la pellicola mette a confronto due generazioni che si incontrano e si scontrano su un terreno comune: quello dei social.

A interpretare il ruolo di padre (che in rete viene ribattezzato #padretrombone, con hashtag d’ordinanza) è Fabio Volo, che si ritrova suo malgrado a diventare (anti)influencer. “Fare questo film è stata un’esperienza bellissima – ha detto in conferenza – Intanto perché sono riuscito a realizzare il sogno di interpretare il professore come avrei voluto fare davvero nella vita. E poi il mio personaggio è quello di un professore di filosofia, proprio meraviglioso!”.

“In più – continua l’attore – questa storia, al di là dei social e del tema in senso stretto, mi è piaciuta subito la sceneggiatura. Al centro c’è un padre vedovo che ha cresciuto la figlia senza il confronto con la moglie, facendo leggere a questa bambina Spinoza e Kierkegaard. Così, quando diventa adolescente, lui, che era convito di dare vita a qualcosa, si trova una figlia del tutto diversa. E si trova anche incapace nella trattativa con lei.

Sono due mondi pieni di pregiudizi: c’è quello dei boomer convinti che ciò che sia diverso da loro sia stupido e pericoloso, e quello dei ragazzi che ritengono che i genitori non capiscano mai nulla. Prima c’è lo scontro e poi l’incontro ed entrambi questi mondi riescono a prendere il meglio l’uno dall’altro”,

Ma cosa pensa, Fabio Volo, dei social? “Non credo che sia il lavoro in sé, ma è il messaggio che viene veicolato che fa la differenza. Lo strumento non è niente, è il tema che si affronta e lo stesso succede con la tv, con il cinema, con la musica, con la letteratura. Nel film divento un anti-influencer e utilizzo i social per parlare filosofia: quindi ben vengano gli influencer che influenzano in modo positivo”.

In merito alla sua carriera e a nuovi progetti Volo racconta: “Ho sempre preso la vita in maniera gioiosa e spiritosa e continuo a vivere così. A ‘Le Iene’ mi spogliavo davanti alla Marcuzzi? Beh, a ogni età c’è una follia che si possa fare! Ecco, per me ormai non è più il tempo di andare nudo in tv, ma sicuramente c’è qualche altra cosa folle che potrei ancora fare…”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti