Gerry Scotti: "A 70 anni mi ritiro. Magari non sparisco, scelgo"

In un'intervista rilasciata a 'Oggi', il conduttore confessa di 'voler andare in pensione' a 70 anni. Intanto, pensa a una partecipazione sanremese.

4 Settembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: ANSA

In una lunga intervista rilasciata a Oggi, Gerry Scotti parla di televisione e di quiz show, svelando anche il motivo per cui – in un video girato da Belen Rodriguez – appariva alle registrazioni della nuova stagione di Tu si que vales con le stampelle. “Ho appoggiato male il piede e ho sentito una fitta atroce. – rivela il conduttore – Pensavo fosse una storta, tant’è che sono rientrato a Milano col piede rotto ho registrato tre puntate di Caduta libera. Alla fine della terza sono svenuto dal dolore. Fossi stato un calciatore, avrei dovuto star fermo sei mesi. Mi sono solo rovinato le vacanze”.

L’annuncio più eclatante, tuttavia, Gerry Scotti lo fa in merito al suo futuro ritiro dal mondo televisivo. Tempo fa aveva infatti confessato di volersi ritirare a 60 anni, ma ora che Gerry di anni ne ha 64 sembra evidente che qualcosa sia cambiato.

“Allora mentivo sospettando di mentire. – confessa infatti il conduttore – Ora le dico in assoluta sincerità che a 70 mi ritiro. Magari non sparisco del tutto, ma decelero, scelgo, dirado le presenze”.

Nel mentre, però, Scotti è più che deciso a godersi il piccolo schermo. E proprio nel 2021 non è detto che non ci capiti di vederlo sul palco dell’Ariston, al prossimo festival di Sanremo. “Lo scorso febbraio era praticamente fatta. – precisa il presentatore – Amadeus mi disse che voleva confezionare una serata con me e Fiorello, e ricomporre il trio di Radio Deejay, ma stavo registrando Chi vuol essere milionario? a Varsavia e avrei dovuto fermare tutto, prendere un aereo per Nizza, poi il taxi per Sanremo: troppo complicato. Ora, se Amadeus e Fiorello rinnovano l’invito, parteciperò con immenso piacere“. E, proprio a proposito dei quiz show, Scotti ammette di non essere infastidito dall’etichetta che ormai gli si è appiccicata addosso di conduttore dei quiz. “Noi sappiamo tutti fare bene solo una  cosa – ammette – vedo tanti colleghi che si tormentano perché vorrebbero fare altro, io sto bene così”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti