Grease: Sandy è morta per tutto il film. La teoria dei fan

Sandy, la protagonista di Grease, sarebbe morta prima dell'inizio del film. Ecco la nuova fan theory costruita attorno al celebre musical

L’ultima fan theory inerente il mitico Grease sostiene che Sandy è morta. Si tratta della protagonista femminile dell’intero film, l’unico personaggio davvero positivo dall’inizio alla fine della pellicola. In molti hanno sospirato nel corso degli anni sognando un lieto fine per la bionda e timida fanciulla, perdutamente innamorata del ribelle Danny Zucco. Ora, una fantasiosa ricostruzione racconta che le cose per i due giovani amanti sono andate molto diversamente da come gli spettatori hanno sempre pensato.

La storia di Grease ha inizio nel 1971 quando Jim Jacobs e Warren Casey ambientano una pièce teatrale musicale nella provincia statunitense degli anni ’50, dedicando la loro attenzione alla sottocultura giovanile che proprio in questo periodo storico inizia a muovere i suoi primi passi. Il suo debutto a Broadway si rivela un grandissimo successo di pubblico e di critica. Anche Hollywood si accorge del valore di questa opera teatrale e decide di dare vita ad una trasposizione cinematografica.

Per il musical è la consacrazione planetaria: Grease diventa un vero e proprio fenomeno di costume, amato ed imitato. La sua trama è piuttosto semplice: Danny Zucco e Sandy Olsson si conoscono durante le vacanze estive ed hanno un breve flirt. Quando la giovane si trasferisce casualmente nello stesso istituto scolastico in cui studia il ragazzo, portare avanti la loro relazione non sarà così semplice. Le loro differenze caratteriali emergono in modo prepotente e sembrano essere davvero poco conciliabili.

Alla fine, però, l’amore trionfa ed i nostri protagonisti accantonano le loro divergenze per riuscire a vivere assieme un’armonica relazione sentimentale, fresca e spensierata. In realtà, da oggi bisogna dire che questa visione è soltanto una possibile lettura della storia narrata in Grease: si tratta solo della versione più comune e più scontata. Secondo una recente fan theory, infatti, le cose potrebbero essere andate in modo molto differente.

Questa particolare interpretazione afferma che la dolce e casta Sandy è morta prima dell’inizio del film. Secondo i fautori di questa elaborata teoria del complotto, tutta la vicenda narrata nel corso del musical sarebbe solo un sogno: l’amore di Danny per la delicata fanciulla, gli screzi tra i Thunderbirds e gli Scorpions, l’amicizia che lega le Pink Lady e l’aggressività che la volitiva Betty Rizzo riserva alla nostra protagonista sarebbero solo l’illusione di un mondo che avrebbe potuto essere ma che, in realtà, non sarà mai.

Chi ha sposato la fan theory che afferma che Sandy è morta porta diversi argomenti a suo favore: il primo indizio è racchiuso in uno dei pezzi musicali più apprezzati dell’intero musical. Ricordate il brano Summer Nights, la canzone in cui Danny e la sua bella raccontano ai loro rispettivi amici la meravigliosa estate che hanno passato assieme in vacanza? Uno dei suoi versi recita “Ho salvato la sua vita, stava quasi affogando”.

Questa frase incriminata, secondo i cospirazionisti, sarebbe una mistificazione: il giovane Zuko non è riuscito a sottrarre la ragazza dalla forza delle onde e Sandy è morta. Tutto ciò che segue sarebbe soltanto trasposizione del desiderio del giovane rockettaro, la raffigurazione della sua speranza, il sogno di un futuro possibile. Il senso di colpa per non essere intervenuto nel modo giusto avrebbe portato il ragazzo ad immaginare una storia d’amore, difficile ma felice, che in realtà è stata stroncata sul nascere.

Non è tutto: il finale del film mostra Sandy e Danny salire su una fiammante decappottabile rossa. Il veicolo si libra in aria portando i due passeggeri in cielo mentre i loro amici restano a terra a salutarli sorridenti. La fan theory ritiene che questo sia un punto cruciale del discorso, metafora di un’ascesa all’aldilà della fanciulla. Quando mai, del resto, abbiamo visto un’auto prendere il volo in un film che, altrimenti, non offre nessun altro spunto fantasy ai suoi spettatori?

Inoltre, la coincidenza iniziale risulta essere davvero incredibile: il fatto che Sandy si ritrovi a frequentare lo stesso istituto scolastico del suo flirt estivo per pura casualità senza esserne consapevole risulta poco probabile. Tra gli adepti più affezionati di questa originale teoria troviamo l’atletica Sarah Michelle Gellar, protagonista del mitico “Buffy – L’ammazzavampiri”. L’attrice ha affidato a Facebook il suo pensiero e ha comunicato a tutti i suoi fan di essere convinta della fondatezza di questa interpretazione.

La Gellar, però, ha riportato una leggera variante, ancora più macabra, a questa nuova versione di Grease: la storia viene immaginata negli ultimi istanti della sua vita dalla stessa Sandy. Lo scarso flusso di ossigeno al suo cervello durante l’annegamento hanno portato la giovane a delirare, elaborando l’articolata vicenda che conosciamo. Secca smentita arriva dall’autore del musical: Sandy è viva e vegeta e il suo amore per Danny può far sognare ancora le future generazioni.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti