Il Paradiso delle Signore: "Squadra che vince non si cambia"

Riparte a ottobre Il Paradiso delle Signore Daily, con protagonisti Alessandro Tersigni, Gloria Radulescu e Roberto Farnesi

Tra i programmi confermati per la stagione 2019-2020 in Rai c’è la serie Il Paradiso delle Signore Daily, divenuta striscia quotidiana dallo scorso anno. La soap ambientata nel grande magazzino milanese riapre le porte il 14 ottobre a partire dalle 15:40, in coda quindi all’appuntamento con Vieni da me condotto da Caterina Balivo.

E chissà cosa succederà dopo il bacio fra i protagonisti Marta e Vittorio; al loro fianco i personaggi già noti al pubblico ma anche qualche nuovo ingresso ad arricchire la trama che ci proietta nei meravigliosi Anni Sessanta.

“Siamo felicissimi di ripartire anche perché ci sarebbe dispiaciuto se fosse finito così”, ci racconta l’attore Alessandro Tersigni (Vittorio) a cui fa eco la co-protagonista Gloria Radulescu: “È stata una notizia inaspettata, da che non doveva riprendere la serie: per noi è stato un miracolo.”

Il primo ciak è previsto per agosto e il cast è confermato, “come si dice: squadra che vince non si cambia”, chiosa Tersigni. Ma qual è il segreto di questo successo? “Il segreto è il lavoro fatto in squadra, con passione e amore per un prodotto che fa sognare. – ci spiega il protagonista – È qualcosa che a casa percepiscono e il pubblico continua a vederci per questo motivo. Per non parlare di tutto quello che c’è dietro, ovvero un sacco di gente che lavora tanto.”

In merito al cambiamento di fascia oraria, dal prime time al pomeridiano, con conseguente variazione del pubblico, i due attori ci spiegano: “È fisiologico, il serale è un’altra cosa. Alle tre e mezza ovvio che ci sia gente che lavora quindi siamo partiti un po’ in svantaggio e siamo anche stati criticati sui social. Poi però le stesse persone hanno cambiato idea e hanno iniziato a seguire il format delle 15,40. Alla fine è stato un successone e siamo contenti di ripartire.”

“I commenti social, poi, – aggiunge Tersigni mentre arriva alle spalle anche Roberto Farnesi – sono sempre costruttivi. Viviamo in una realtà virtuale, quindi chi ci segue interviene anche sui social e questo gruppo funziona bene anche perché ha un’età media di 20-27 anni…”

Tra battute e risate, i tre protagonisti sono d’accordo su un punto fondamentale: “La cosa fondamentale nel nostro team di lavoro? Alla base deve esserci sempre il rispetto: lo scambio umano viene prima del lavoro.”

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti