'Il Signore degli Anelli', la scena più significativa per Jackson

Peter Jackson rivela quale scena della saga de 'Il Signore degli Anelli' è per lui la più rappresentativa dello spirito della trilogia.

15 Dicembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: ANSA

La trilogia de Il Signore degli Anelli – diretta da Peter Jackson – è ormai un cult che anche i detrattori del genere fantasy hanno imparato ad apprezzare. Tante scene del film sono ormai iconiche e indimenticabili – tra battaglie, colpi di scena e lunghi viaggi per far sì che Frodo riesca a distruggere l’anello – ma qual è la scena preferita del regista, Peter Jackson?

Jackson lo ha svelato a Stephen Colbert in un’intervista, nella quale il regista ha raccontato anche dei suoi esordi dietro la macchina da presa e della sua passione per il genere fantasy. Su Il Signore degli Anelli – Colbert aveva a dire il vero un intero plico di domande per Peter Jackson – il regista ha invece raccontato di come ha utilizzato gli effetti speciali e la tecnologia per realizzare le imponenti scene di battaglia.

“Di tutte le scene che hai creato ne Il Signore degli Anelli e ne Lo Hobbit – chiede poi Colbert – ce n’è una che, anche a distanza di anni, continui a riguardare?”. “Mi viene sempre chiesto quale sia la mia scena preferita de Il Signore degli Anelli, e non è il tuo caso. – risponde il regista – Devo dire che mi piacciono molto le scene delle miniere di Moria de La Compagnia dell’Anello. Ma c’è una scena che credo catturi molto lo spirito della saga e la incontriamo più avanti nei film. Stavamo girando Le Due Torri”.

“Stavamo introducendo Gollum. – continua il regista – E la gente sa bene che Gollum è Smeagol, ma che sono due identità differenti. C’è una scena in cui Frodo e Sam dormono e si vede la conversazione tra le due personalità di Gollum. È diventata una scena molto famosa, perché all’epoca non lo sapevamo, ma il pubblico aveva bisogno di sapere chi e come fosse questo personaggio”. Peter Jackson sottolinea, però, curiosamente che quella scena non è opera sua ma di Fran Walsh, sua moglie e collaboratrice.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti