Non buttare l'acqua dell'asciugatrice, ecco a cosa serve

L'asciugatrice non è un elettrodomestico green, ma possiamo riciclare l'acqua che produce per minimizzare il suo impatto sull'ambiente

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’asciugatrice è un valido aiuto casalingo, soprattutto in inverno: sono sempre di più le famiglie che la acquistano, soprattutto chi vive in appartamento e non ha spazio sufficiente per posizionare lo stendino carico di vestiti a favore di sole.

L’asciugatrice non è un elettrodomestico molto green, nonostante oggi ce ne siano in commercio versioni ad alta efficienza energetica: consuma energia e produce acqua, che in genere viene buttata via. L’asciugatrice infatti sviluppa calore ed estrae dagli abiti l’acqua in eccesso: come ben sa chi ne possiede una, quell’acqua va poi eliminata svuotando il cassettino dove si raccoglie (sai perchè la lavatrice mangia i calzini?).

Ma cosa si può fare con l’acqua dell’asciugatrice? Considerate che è un’acqua pulita, che viene estratta dagli abiti lavati e risciacquati in lavatrice. Può essere quindi usata per qualunque scopo tranne quello alimentare, sconsigliato perchè potrebbe comunque contenere residui di saponi e ammorbidenti (ecco il trucco definitivo per un bucato perfetto)

Potete usare l’acqua dell’asciugatrice per lavare i pavimenti o i piatti, ma anche per le pulizie di piano cottura e lavello: basterà raccoglierla in secchi e bottiglie e potrete usarla anche per tirare lo sciacquone. Può essere utile per lavare i delicati a mano, ma la potete usare anche per la caldaia del ferro da stiro e per il serbatoio dei tergicristalli della vostra auto. L’acqua che viene raccolta dall’asciugatrice è demineralizzata, ma potrebbe non essere pura al 100%: vi consigliamo di filtrarla con un colino a maglie strette (o anche con carta assorbente) per estrema sicurezza.

Una volta filtrata, usatela anche per risciacquare i vostri capelli dopo lo shampoo: essendo priva di calcare li lascerà luminosissimi.

Infine, con l’arrivo del freddo e i termosifoni accesi, l’acqua raccolta dall’asciugatrice sarà ottima da mettere nei deumidificatori in coccio che si usano per mantenere abbastanza umida l’aria delle stanze.

Anche se filtrata, vi raccomandiamo comunque di non usare l’acqua dell’asciugatrice nè per bere, nè per i vostri animali e nemmeno per le piante: i residui di sapone sono invisibili e potrebbero essere molto nocivi, per voi e per l’ambiente.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti