0, 3, 1, 0, 0, 2, 0 trend

Pericolo insetti: arrivano le vespe aliene dall'Oriente

Arrivano da Cina e Medio Oriente le nuove pericolosissime vespe aliene

Fonte: iStock Photos

Non solo pollini, questa primavera i soggetti allergici dovranno fare attenzione anche ad un’altro pericolo: le vespe aliene che arrivano dall’Oriente. Questi insetti infatti sono potenzialmente pericolosi per moltissime persone. Si tratta di specie sconosciute di menotteri, fra cui troviamo la vespa velutina che arriva dalla Cina e quella orientalis, originaria del Medio Oriente: Questi esemplari stanno colonizzando l’Italia e minacciano non solo l’ecosistema, ma anche la salute di tantissime persone. Ad attirarle il clima sempre più tropicale del nostro Paese, che ora potrebbe causare un rischio altissimo.

La nuova minaccia è stata individuata e sottolineata nel corso del trentesimo Congresso della Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC). Gli allergologi hanno rivelato come, con l’arrivo dall’Oriente di questi imenotteri aumenti non solo il rischio di essere punti, ma anche la sensibilità al veleno.

Ad oggi ogni anno 50 persone muoiono a causa di punture di vespe, api e calabroni. Un problema che, secondo gli specialisti, spesso viene sottovalutato. Secondo gli ultimi dati infatti dei 5 milioni di italiani che verranno punti da imenotteri con l’arrivo della primavera “400mila sono allergici e vanno incontro a reazioni che, in un caso su dieci, sono molto gravi e possono arrivare fino allo shock anafilattico”.

Cosa fare dunque? La prevenzione sembra, sino ad oggi, l’unica cura efficace per evitare problemi di salute e, in casi più gravi, la morte. Esiste infatti un vaccino contro gli imenotteri che risulta efficace nel 97% dei casi, anche se oggi, come sottolineano gli allergologi, solo un paziente su 7, pur sapendo di avere un’allergia, decide di fare il vaccino.

Quello delle vespe è solo l’ultimo caso di specie aliene che invadono l’Italia e arrivano da molto lontano, portando problemi e pericoli ai cittadini. L’ultimo caso registrato era stato quello del pericolosissimo pesce scorpione, un animale letale, arrivato nelle nostre acque. Tutta colpa delle temperature e del clima che, a causa dello scioglimento dei ghiacciai, è molto cambiato negli ultimi anni, attirando animali prima sconosciuti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti