13 modi per scoprire al primo appuntamento se la persona è sbagliata

Come capire se la persona è sbagliata per noi? Scopriamo quali sono i modi di fare che non agevolano affatto un secondo appuntamento galante

Fonte: Flickr

Esistono alcuni atteggiamenti che possono far capire se la persona è sbagliata per noi già dal primo appuntamento. Vediamo quali sono i modi di agire che possono rendere un incontro poco piacevole e che non invogliano assolutamente a dare una seconda chance all’altra persona. Innanzitutto il primo comportamento da valutare è la tendenza a monopolizzare la conversazione. Parlare troppo è un atteggiamento negativo quando si sta cercando di conoscere qualcuno. Al contrario, bisogna abbandonare l’egocentrismo ed essere pienamente presenti: dimostrarsi interessati a ciò che pensa l’altra persona e non parlare solo di se stessi è la prima regola per avere successo. D’altro canto, è un errore anche parlare troppo poco e non fornire input alla conversazione. In questo caso, si rischia di apparire noiosi.

Strettamente legato a questo aspetto anche un altro punto. Nella fase iniziale della conoscenza è uno sbaglio trattare tematiche troppo serie o pesanti; sono, quindi, da evitare alcuni argomenti, quali i problemi familiari, psicologici o emotivi, le paure più recondite e soprattutto le relazioni sentimentali finite male. Per la condivisione più profonda si deve attendere una maggiore confidenza. In fin dei conti, è un incontro galante e non una seduta di terapia psicanalitica. Un altro atteggiamento che può rendere sbagliato un appuntamento è la tendenza a programmare il futuro di coppia. Se una persona, al primo approccio, parla già di rapporti seri, anima gemella, matrimonio e figli, genera sicuramente paura nel partner. Davanti all’orologio biologico che ticchetta le reazioni più comuni sono, infatti, lo spavento e la fuga.

Come spesso accade nella vita, la chiave è concentrarsi sul momento. Solo se la relazione progredisce e c’è una connessione reciproca, si può trovare il momento giusto per iniziare a discutere del futuro. La persona è sbagliata per noi, inoltre, se ci accorgiamo che finge e cerca di essere quello che non è. Tentare di impressionare, soprattutto dal punto di vista finanziario, può portare esattamente all’effetto contrario di quello sperato. È preferibile essere autentici, fedeli a se stessi e chiedere verità. A tal fine è bene valutare anche i segnali verbali e non verbali, quali le espressioni facciali, il mantenimento del contatto visivo e il linguaggio del corpo; in questo caso è giusto farsi guidare dall’istinto, dalla voce interiore. Se c’è un’inclinazione naturale è giusto darle ascolto; altrimenti è meglio lasciar perdere e spostare l’attenzione su qualcun altro.

Un altro aspetto da valutare durante il primo appuntamento è la capacità di mettere a proprio agio. Per fare questo non bisogna essere rigidi, condiscendenti o pretenziosi e non sottoporre l’altra persona ad un interrogatorio. Questo è un ottimo punto di partenza che dona un immediato senso di benessere e di armonia. Se c’è tensione o mancanza di feeling, invece, vuol dire semplicemente che non è la persona adatta. La stessa cosa vale per i soggetti che non ci fanno sentire bene con noi stessi: coloro che minano la nostra fiducia rischiano di compromettere la nostra crescita individuale ed il nostro benessere interiore. Meglio allontanarli subito e non perdere tempo. Per vivere serenamente, ognuno di noi deve infatti poter esprimere il suo pieno potenziale e riuscire ad aumentare l’autostima, senza farsi condizionare negativamente dagli altri.

La persona è sbagliata anche se fa continui paragoni con gli altri, se si mette in competizione con i partner precedenti o se fa ripetuti confronti con ciò che ha vissuto in passato. Anche in questo caso è meglio seguire la voce interiore che percepisce immediatamente una sensazione negativa. Particolarmente fastidiosi, poi, i continui commenti sull’aspetto fisico. Un tale comportamento può rendere un primo appuntamento completamente fallimentare. I giudizi sulla forma fisica, sul modo di vestire, sull’acconciatura sono oggettivamente di cattivo gusto e possono alimentare l’insicurezza dei soggetti più fragili. Altrettanto sgradevoli i commenti pungenti o le battute sottili su alcuni stili di vita o particolari modi di fare. Un altro aspetto da valutare è la positività di una persona. I soggetti spenti, pessimisti, negativi, instabili sono molto complicati.

Un’ulteriore caratteristica che può far risultare un appuntamento sbagliato è il fatto che il partner voglia sempre avere ragione. Se non si riesce a ragionare e a confrontarsi fin dall’inizio in una conversazione informale, sarà quantomeno difficile riuscire a farlo in futuro, quando ci saranno argomenti più profondi e personali. Altri lati del carattere che possono rendere una persona sbagliata sono, poi, la maleducazione e l’arroganza. Pensiamo per esempio ad un individuo che si presenta in ritardo, che continua a guardare lo smartphone, che si esprime in un modo poco consono o che tratta gli altri con sufficienza. Anche in questo caso ci si trova di fronte ad una totale mancanza di rispetto, atteggiamento da non accettare.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti