0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Broccoli, meglio bollirli o cuocerli a vapore?

I broccoli sono tra gli alimenti più salutari e nutrienti, ma è meglio cuocerli al vapore o bollirli? Ecco cosa dice la scienza

18 Novembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ai bambini non piacciono particolarmente, ma invecchiando pare se ne diventi sempre più grandi estimatori. D’altronde, tra gli ortaggi che arrivano sulla nostra tavola, i broccoli sono certamente tra i più salutari e nutrienti (lo dimostrano questi 11 motivi). Questo alimento, infatti, contiene molte vitamine, è ricco di fibre e proteine, otre a essere una fonte preziosa di antiossidanti. Insomma, un vero toccasana per la nostra salute.

In cucina possono essere utilizzati come condimento per la pasta, magari realizzando un goloso pesto, come semplice contorno da affiancare a un secondo a base di carne o pesce e c’è anche chi ha inventato un originale caffè al gusto di broccoli. Ma per cucinare i broccoli, è meglio bollirli o cuocerli al vapore?

Gli esperti concordando che la seconda modalità di cottura è certamente quella più conveniente dal punto di vista nutrizionale. Cuocendo la verdura nell’acqua, infatti, molte delle sostanze nutritive vengono rilasciate nel liquido di cottura. Si rischia così di mangiare un prodotto potenzialmente salutare, ma privato di tutti i suoi nutrienti fondamentali. La cottura a vapore, invece, che non prevede l’utilizzo dell’acqua, permette alle vitamine e agli antiossidanti di rimanere concentrati nell’alimento, consentendo al consumatore di beneficiare di tutte le sue proprietà.

A rafforzare questa tesi, ricorda Mashed, ci sono anche importanti studi scientifici, che hanno analizzato le differenze tra i broccoli cotti al vapore e quelli bolliti in acqua. Tra questi, ve n’è uno citato anche dalla CNN che ha rivelato come più in generale tutte le verdure cotte in acqua possono arrivare a perdere anche il 50% delle proprie sostanze nutritive.

Ma la diversa modalità di cottura di questi vegetali non influenzerebbe solo l’apporto nutrizionale dell’alimento dopo essere stato cotto. Secondo quanto riferisce Livestrong, la cottura a vapore (ecco l’errore da non commettere) garantirebbe anche gusto e consistenza migliori rispetto alla bollitura. Dunque, sembra non ci siano dubbi: cuocere i broccoli a vapore è meglio che bollirli!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti