Chi è Valentina Lodovini, la misteriosa Giovanna di Montalbano

Valentina Lodovini sarà nel cast del primo episodio della nuova stagione de "Il commissario Montalbano"

Fonte: Instagram

Valentina Lodovini sarà nel cast del primo episodio della nuova stagione de “Il commissario Montalbano“. La puntata sarà tratta, come sempre, da un romanzo dello scrittore Andrea Camilleri, ossia “Un covo di vipere“. L’omonima puntata sarà incentrata sulla morte misteriosa di un imprenditore e l’attrice toscana Valentina Lodovini interpreterà Giovanna, una ragazza di cui poco ha voluto dire.

Nel 2000 Valentina Lodovini si diploma ad un laboratorio permanente di teatro dell’associazione Ottobre presieduta da Valeria Ciangottini. Nel 2004  arriva al Centro sperimentale di cinematografia di Roma. Il suo debutto era però avvenuto già due anni prima, quando i Tiromancino la vollero nel videoclip del loro brano “I giorni migliori”. Subito dopo il diploma a Roma, viene selezionata dal regista Michele Placido per “Ovunque sei” (2004).

Il suo primo ruolo da protagonista

Per quanto riguarda il piccolo schermo il suo debutto avviene nel 2006 in “La moglie cinese” di Antonio Luigi Grimaldi. Arrivano altre importanti collaborazioni. Prende parte anche a “Distretto di Polizia” e recita in “L’amico di famiglia” (2006) di Paolo Sorrentino. Il suo primo ruolo da protagonista giunge però solo l’anno dopo. E questo avvenimento coinciderà con molte soddisfazioni.

Stiamo parlando di una pellicola del regista Carlo Mazzacurati ossia “La giusta distanza”. Ottiene, infatti, un’ importante nomination ai David di Donatello, segno di una maturità ormai raggiunta. Uno dei suoi recenti successi è rappresentato da “Benvenuti al Sud” e “Benvenuti al Nord”. In questa pellicola ha affiancato attori del calibro di Alessandro Siani, Claudio Bisio e Angela Finocchiaro.

Altri riconoscimenti

A breve dunque la vedremo nei panni Giovanna ne “Il commissario Montalbano”. Vedremo come se la caverà sulle meravigliose spiagge di Puntasecca. Sicuramente metterà tutta la sua professionalità nel cercare di rendere al meglio questo carattere così complesso. Non a caso il suo talento è stato riconosciuto dai massimi esponenti del settore.

Nel 2008 ottiene una nomination al Ciak d’Oro per il suo ruolo di attrice non protagonista in “Riprendimi” di Anna Negri. L’anno successivo ai Nastri d’argento ottiene altre due nomination come migliore attrice non protagonista. I film in questione sono “Generazione mille euro” di Massimo Venier e “Il passato è una terra straniera” di Daniele Vicari tratto dall’omonimo romanzo di Gianrico Garofoliglio. Nel 2011 vince il David di Donatello come miglior attrice non protagonista in “Benvenuti al Sud”.

 

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti