Cosa può succedere se mangi l'adesivo sulla frutta

Può succedere di ingerire accidentalmente l'adesivo presente sulla buccia della frutta: ma cosa accade al nostro corpo in questa eventualità?

22 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Ormai sempre più spesso, sulla buccia della frutta troviamo un piccolo adesivo che identifica il produttore o comunque l’azienda che vende il prodotto in questione. Non solo banane, ma anche mele, pere, kiwi, arance e quant’altro presentano questo colorato contrassegno, che oltre ad essere un segno di riconoscimento mira talvolta anche ad indicare la qualità dell’alimento in questione.

Ebbene, di tanto in tanto capita che qualcuno – involontariamente o per qualche insana curiosità – abbia ingerito lo sticker in questione. Ma cosa succede se si mangia l’adesivo presente sulla buccia della frutta? Ci sono conseguenze dannose per il nostro organismo? Oppure può essere buttato giù a cuor leggero?

Diciamo innanzitutto che non bisogna aver paura. Questi adesivi sono solitamente progettati per essere completamente commestibili, tant’è che sono attaccati alla buccia con una speciale colla alimentare e sono prodotti su un tipo di carta edibile al 100%. Lo stesso inchiostro della stampa è studiato appunto per fini alimentari.

Trattandosi infatti di adesivi che vanno applicati direttamente sulla frutta, le aziende che la commercializzano hanno sviluppato questi sistemi al fine di evitare danni accidentali ai consumatori e, al contempo, di tutelarsi legalmente rispetto a possibili problemi o intossicazioni da ingerimento casuale.

In ogni caso, pur essendo completamente commestibili, questo non significa che questi adesivi vadano ingeriti con leggerezza. Se provate a masticarli, infatti, vi ritroverete in bocca un materiale molto simile a un chewing gum, ovvero qualcosa che è sì edibile, ma è meglio non ingoiare.

Essi sono infatti progettati per essere rimossi prima del consumo del frutto e consumarli regolarmente comporterebbe comunque un’ingestione massiccia di microplastiche e carta. Non certo una dieta sana ed equilibrata. La soluzione migliore, dunque, è quella più ovvia: prima di mangiare la frutta, rimuovete l’adesivo e gettatelo via, possibilmente nella raccolta differenziata al fine di garantire il suo corretto smaltimento.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti