0, 0, 1, 1, 4, 4, 1 trend

Cosa puoi cucinare in una friggitrice ad aria? Evita questi cibi

La friggitrice ad aria è un ottimo metodo di cottura, soprattutto per chi cerca di perdere peso, ma attenzione a non commettere questi errori

14 Aprile 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Oramai la friggitrice ad aria calda è entrata in moltissime delle nostre cucine: le sue proprietà – per chi ancora fosse all’oscuro – sono molteplici, la prima delle quali è la capacità di cucinare senza utilizzare eccessive quantità di olio come avviene con le normali friggitrici (eppure un cucchiaino di olio a digiuno tutti i giorni fa bene, ecco perché).

Dunque coloro che vogliono mettersi a dieta ora che la Pasqua è passata e si avvicina l’estate, ma non hanno la minima intenzione di rinunciare al gusto mangiando soltanto pietanze cotte al vapore, farebbero bene a capire alla svelta le potenzialità della friggitrice ad aria.

Il meccanismo è piuttosto intuitivo e basta un goccio di olio e la circolazione dell’aria affinché i cibi vengano cotti, fritti, rosolati o grigliati, tuttavia bisogna stare attenti a non commettere alcuni comunissimi errori che potrebbero comprometterne il funzionamento.

Vi segnaliamo innanzitutto la necessità di lasciare sempre dello spazio all’interno della friggitrice: in questo modo l’aria sarà libera di circolare e dunque di cuocere i cibi all’interno; inoltre è importante sapere qual è la giusta quantità d’olio: basta nebulizzarne un paio di spruzzi sui cibi per rendere gli alimenti croccanti e gustosi. Non metterne affatto è possibile ma il risultato non sarà ottimale, esagerare invece ci porterà a vanificare tutti gli sforzi per la linea.

Un capitolo fondamentale riguarda la scelta degli alimenti da trattare con la friggitrice ad aria. Non tutti, infatti, sono adatti per essere cotti nel mini-forno: sì a patatine, carne cruda, pesce, verdure, cibi impanati, lasagne, pane e dessert, ma con alcuni accorgimenti.

Le verdure, per esempio, non dovrebbero essere troppo fini altrimenti, con l’aria in circolo, rischierebbero di “fluttuare” invece che restare sulla teglia. Meglio evitare, poi, di mettere a cuocere un pollo intero nella friggitrice: la parte superiore si cuocerebbe prima di quella inferiore e diventerebbe più asciutta e stoppacciosa in attesa che il pollo sia del tutto cotto.

Attenzione ai cibi ricoperti da pastella: cucinare i gamberi in tempura non è per esempio la scelta ottimale perché essa gocciolerà sul fondo, si attaccherà e soprattutto potrebbe non venire croccante come la desiderate.

Per lo stesso motivo, evitate di mettere del formaggio nella friggitrice che colando, finirà per sporcare tutto e farvi perdere la pazienza!

Anche con gli hamburger la situazione si complica: ottenere panini con carne cotta a puntino e pane morbido come quelli dei fast food non è ancora alla portata delle maggiori friggitrici ad aria, ma tutto sommato, al di là di questi piccoli trucchetti, questo elettrodomestico resta uno dei nostri migliori alleati in cucina.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti