0, 1, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Il calcolo perfetto per cuocere le patate lesse

Cuocere le patate lesse può riservare molte insidie: qual è il giusto tempo di cottura? Ecco il metodo infallibile per prepararle al meglio

10 Settembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Condite con sale, olio e un po’ d’origano sono squisite, ma anche servite con cipolla e zucchine bollite sono deliziose. Ci sono molte ricette che prevedono l’utilizzo delle patate lesse, ma non sempre è facile centrare la cottura. Eppure, ci sono delle regole ben precise per cuocerle al meglio (come per l’uovo sodo perfetto): ecco il tempo giusto e le modalità da seguire.

Innanzitutto va detto che le varietà di patate più indicate per prepararle lesse sono quelle a pasta gialla oppure a pasta rossa, molto meno farinose delle bianche. Evitate di bollire le patate novelle, che sono ottime invece al forno (ma evitate il cartoccio).

Prima di procedere con la cottura, il nostro prodotto (ecco come conservarlo a lungo) va lavato utilizzando acqua fresca e una piccola spazzola per rimuovere eventuali residui di terriccio. Consiglio: per una cottura uniforme, scegliete patate delle stesse dimensioni altrimenti le più piccole cuoceranno prima, mentre quelle grandi potrebbe rimanere ancora curde.

Preparate una pentola capiente nella quale posizionare le patate ancora con la buccia, poi versateci abbondante acqua. Il sale non serve, perché potrebbe contribuire a sfaldarle. Ora non reste che accendere i fornelli e posizionare la pentola sul fuoco. Ma per quanto tempo devono cuocere le patate lesse?

Come già anticipato, i tempi di cottura variano a seconda delle loro dimensioni e, indicativamente, possono andare da un minimo di 25 a un massimo di 50 minuti. Sappiate però che potete fare un veloce calcolo: servono 20 minuti per ogni 100 grammi di peso della singola patata. Utilizzare la bilancia prima di metterle a cuocere, dunque, potrebbe essere d’aiuto, così come impostare un timer per evitare di dimenticarle sul fuoco.

Quando vi sembra che il tempo di cottura sa trascorso non vi resta che fare un’ultima prova: infilateci dentro un bastoncino da spiedino e se vi affonda facilmente, potete spegnere i fornelli. Infine, abbiate premura di sbucciare le patate ancora calde, magari aiutandovi con un coltellino. Ora le patate sono pronte per essere consumate (si possono conservare cotte?).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti