Perché ci mettiamo le dita nel naso?

Toccarsi il volto e mettersi le dita nel naso stimola particolari centri della corteccia cerebrale che ci danno soddisfazione e ci rilassano

Fonte: Pixabay

Mettersi le dita nel naso è una cattiva abitudine che tutte le mamme del mondo cercano di sradicare dai propri bambini, spesso con scarso successo. Il fatto che sia così diffusa, anche fra gli adulti, la rende qualcosa di istintivo ed innato, qualcosa che spesso ci si trova a fare senza pensarci, quasi ci venisse automatico. Sarà anche da maleducati ma ammettiamolo, mettersi le dita nel naso è piacevole, e sembra che la scienza ora sia anche in grado di dirci perchè.

Mettere gli oggetti in bocca, succhiare dita, penne e oggetti vari, e secondo alcuni anche il vizio del fumo, richiama direttamente la suzione. Si tratta di un gesto istintivamente piacevole e soddisfacente per gli infanti, che può rimanere come abitudine anche fino all’età adulta. Ma le dita nel naso? Capita occasionalmente di vedere piccoli e grandi scavare con grande soddisfazione nelle proprie narici alla ricerca di qualche tesoro: la loro espressione è di concentrazione, ma anche di sollievo e soddisfazione. A dare piacere è il gesto di per sè, indipendentemente dal premio finale che si riesce ad ottenere alla fine del lavoro di esplorazione ed estrazione.

Secondo una ricerca riportata dal “Guardian” sarebbe tutta una questione neurologica. Le porzioni di corteccia cerebrale che sovraintendono al viso e alle mani sono molto vicine, ai lati opposti del solco centrale che attraversa il cervello umano. Questa vicinanza spiegherebbe perchè è così piacevole toccarsi il viso, la bocca, le guance, naso e orecchie . Da questo “collegamento” deriverebbe anche il fatto che molte persone che hanno perduto un braccio si grattino parti del volto per soddisfare un prurito fantasma all’arto mancante.

Mettersi le dita nel naso o toccarsi il volto in continuazione è una cattiva abitudine, una di quelle cose che moltissimi fanno in privato (senza ammetterlo) ma che in pubblico si cerca di evitare perchè segno di maleducazione e perchè è spesso considerato qualcosa “da bambini” che un adulto fatto dovrebbe essersi lasciato alle spalle. In realtà esplorare troppo ossessivamente le proprie narici ha anche qualche controindicazione per la salute: si rischia infatti di irritare le pareti interne delle cavità nasali o fare piccole abrasioni che potrebbero sanguinare. Infilarsi nel naso delle dita non troppo pulite è anche un ottimo metodo per invitare batteri e virus ad entrare nel nostro corpo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti