Perché mettiamo le dita nel naso? Ce lo dice la scienza

La Scienza interviene e da una spiegazione sul perchè il genere umano tende a mettersi le dita nel naso

Mettersi le dita nel naso è un’azione che spesso viene compiuta inconsciamente. In momenti in cui si è sovrappensiero ci si ritrova a compiere questo gesto con tutta naturalezza. È un gesto universale, compiuto indistintamente da tutti quanti, senza distinzione di nazionalità, di età, di livello sociale. Un gesto che cela dietro di sé tabù e ancora tante limitazioni, ma che è spiegabile in termini scientifico-biologici.

Mettersi le dita nel naso rappresenta ancora un grosso limite della società moderna, in primo luogo perché considerato sconveniente essendo, infatti, un momento di “pulizia” e quindi considerato afferente alla sfera dell’intimo e del privato. In secondo luogo perché riguarda soltanto la sfera infantile e quindi tende ad escludere le fasce d’età maggiore. Ma non è così.

Tra l’orrido e il soddisfacente

Ci sono due correnti di pensiero a riguardo: la prima comprende i più schifiltosi, coloro che mai si sognerebbero di ammettere, né di praticare un simile gesto, così brutto e volgare. Ci sono poi, invece, i più disponibili, ovvero quelli che affermano apertamente di mettersi le dita nel naso perché fonte di rilassamento nonché di necessità. Nessuna delle due fazioni ne conosce, però, il motivo.

Quante volte è capitato di vedere, specialmente al semaforo rosso, automobilisti colti sul fatto? Eppure è un gesto talmente diffuso e così poco accettato proprio perché riguarda sfere troppo nascoste del comportamento umano. Inoltre non è propriamente igienico e può apparire decisamente disgustoso. Soltanto ai bambini viene perdonata un’azione simile, seguita sempre dal rimprovero perché “non si devono mettere le dita nel naso”.

Cosa dice la scienza?

Il motivo per cui così tante persone provino un senso di piacere e gratificazione nel mettersi le dita nel naso può essere presto spiegato dalla scienza. Alcune ricerche hanno evidenziato il perché tale gesto appaia rilassante. Infatti, una possibile spiegazione, riportata dall’autorevole Guardian, risiede nel fatto che le parti della corteccia cerebrale che detengono il controllo di mani e viso si trovano vicine tra loro.

Il fatto che queste zone si trovino così vicine tra loro spiegherebbe il motivo per il quale toccarsi il viso e giocare con il naso, con la bocca e con le guance provochi soddisfazione. Si tratterebbe, quindi, di stimolazioni nervose, responsabili del nostro senso di gratificazione durante il gesto di mettersi le dita nel naso. Se lo dice la scienza, non possiamo che fidarci.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti