Quanto pesa un uovo in media?

Quanto pesa un uovo di gallina? Alcuni ricercatori li hanno studiati e li hanno classificati in base alle loro dimensioni

Fonte: pixabay

Esiste una grande e visibile differenza tra le dimensioni delle uova di gallina acquistabili al supermercato o dal vostro allevatore di fiducia. Anche se ad un occhio inesperto potrebbero sembrare tutte molto simili, queste hanno in realtà pesi e volumi diversi e sono infatti classificabili in piccole, medie e grandi dimensioni. Talvolta anche le ricette stabilite per la creazione e la cottura di torte o altri appetitosi pasti, sottolineano e consigliano l’utilizzo di uova grandi piuttosto che di medie dimensioni o viceversa. Negli Stati Uniti è stata pubblicata una guida ufficiale che al suo interno stabilisce i range grazie ai quali è possibile classificare le uova a seconda del loro peso. Un uovo di gallina piccolo pesa circa quarantadue grammi, un uovo medio si aggira intorno ai cinquanta grammi mentre un uovo grande supera i cinquantasei grammi. Il guscio di un’uovo medio ha un peso corrispondente a circa sei grammi, l’albume invece si aggira intorno ai quaranta grammi. Tutto il peso restante è ottenuto aggiungendo a tali cifre anche la massa del tuorlo.

Come si può vedere, la variazione di peso tra piccole e grandi uova è abbastanza notevole, per questo è importante porre attenzione durante i proprio acquisti, una ricetta potrebbe finire per essere compromessa non si scelgono le uova delle giuste dimensioni. Sul web tanti appassionati di cucina o aspiranti chef sono rimasti incuriositi dagli esiti pubblicati dalla ricerca americana sopracitata e hanno deciso pertanto di metterla alla prova. Alcuni giovani quindi hanno acquistato delle uova di varie dimensioni da diversi rivenditori e supermercati e le hanno pesate con una comune bilancia da cucina. Il risultato è stato eccezionale e piuttosto gratificante in quanto hanno avuto occasione di verificare con i loro stessi occhi che le dimensioni e i pesi delle uova acquistate rientravano perfettamente dentro i canoni stilati dai ricercatori americani. Le uova sono state analizzata anche dal punto di vista della volumetria, una variabile più complicata rispetto a quella del peso che, per poter essere analizzata ha necessitato che ogni uovo venisse rotto e svuotato del suo contenuto. Le uova sono state sbattute e versate in una ciotola.

E’ risultato che un uovo di medie dimensioni ha una volumetria pari a circa tre cucchiai da cucina, mentre un uovo di grandi dimensioni ne occupa quasi tre e mezzo. Di qualsiasi dimensione decidiate di acquistare le vostre uova, l’importante è che siano sempre presenti all’interno della vostra dieta. Uova piccole, medie o grandi sono infatti indispensabili perché forniscono al corpo il giusto apporto calorico e nutritivo. In tanti le demonizzano per il loro elevato contenuto di colesterolo, altri invece le amano per la loro versatilità in cucina. Le uova in realtà sono colme di proteine, grassi buoni, ferro, zinco e vitamine fondamentali per contribuire al mantenimento della salute e del benessere sia fisico che mentale. Il guscio esterno di un uovo è sostanzialmente composto da calcio. Gracile, friabile e delicato è per sua natura costituito da un materiale molto poroso che favorisce gli scambi gassosi interni tra l’albume e il tuorlo con l’ambiente circostante. Tuorlo ed albume, rispettivamente il rosso e il bianco dell’uovo, sono separati dal guscio per mezzo di una sottile membrana trasparente. La stessa cosa accade tra tuorlo ed albume.

Una volta che la gallina ha deposto l’uovo, esso subisce un rigido abbassamento della temperatura interna che condiziona notevolmente le dimensioni volumetriche dell’albume, facendole diminuire. Per sfatare alcune credenze popolari totalmente sbagliate e prive di fondamenta, è importante ricordare che le uova, a differenza di molti altri prodotti alimentari, sono un alimento a basso contenuto di trigliceridi. Il colesterolo ha una percentuale che si aggira intorno al 5%, decisamente una proporzione elevata se si pensa che il fabbisogno giornaliero di un uomo non supera i 300 mg e che quindi, di conseguenza, sarebbero sufficienti solamente due uova di dimensioni medie per oltrepassare tale soglia. Oggi però secondo alcuni ricercatori, è possibile affermare con tutta certezza che le di gallina contengono al proprio interno proporzioni e quantità meno pesanti di colesterolo rispetto al passato. Questo processo è stato favorito alla continua ed incessante selezione delle razze ovaiole, da parte degli allevatori. Per quanto riguarda la conservazione delle uova è consigliabile mantenerle in un ambiente la cui temperatura non superi i 4°C. Così facendo infatti le uova di gallina possono arrivare a perdurare per ben venti giorni. Se invece si preferisce lasciarle riposare a temperatura ambiente, è bene ricordare che dopo dieci o quindici giorni al massimo le uova in questione non saranno più buone.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti