Spurgare le vongole con la farina: il metodo efficace

Avete voglia di un bel piatto di spaghetti alle vongole? Preparatelo a casa, ma prima spurgate per bene i molluschi: ecco come

24 Aprile 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Andare al ristorante in questo periodo di emergenza da Coronavirus non solo è fuori discussione ma è anche proibito per legge, dunque se la voglia di un succulento spaghettino alle vongole vi assale e proprio non se ne va nonostante gli sforzi, vi suggeriamo di mettervi ai fornelli e seguire alcuni semplicissimi passi per preparare un piatto da leccarsi i baffi.

Lo sappiamo: starete pensando che spurgare le vongole e eliminare ogni granello di sabbia non è un gioco da ragazzi, che anzi è piuttosto difficile e che l’ultima volta che ci avete provato, il risultato è stato disastroso… Ma conoscete il trucchetto della farina? È un metodo molto efficace, da veri intenditori, per pulire alla perfezione i molluschi senza doversi spostare da casa.

Dopo aver comprato le vongole, mettete a bagno ricreando l’ambiente marino: ciò significa che per ogni litro d’acqua ci vorranno circa 35 grammi di sale fino (quello grosso ci mette molto più tempo per sciogliersi). In questo modo le vongole si ritroveranno nel loro habitat e continueranno la loro attività di spurgo: va da sé che prima di immergere le vongole nell’acqua salata, vanno eliminate quelle già morte oppure con i gusci spezzati ed è bene evitare che i molluschi buoni vengano a contatto col recipiente in cui saranno lasciati in ammollo.

Vogliamo infatti che la sabbia che si depositerà sul fondo non torni a contatto con le vongole, per questo motivo vi suggeriamo di mettere sul fondo un piattino da caffè rigirato, che formerà una sorta di cupola di protezione in cui si depositeranno i residui o uno scolapasta che farà da scudo. Lasciate in ammollo le vongole per un paio d’ore, è il momento di procedere con la parte più importante: basta aggiungere un cucchiaio di farina all’interno della ciotola con acqua salata e vongole e aspettare ancora.

Questo trucchetto, molto in voga tra i pescatori, porta i molluschi a percepire la presenza di cibo e uscire fuori dai loro gusci velocizzando così lo spurgo.

Fatta questa operazione, bisogna sciacquare una per volta le vongole sotto acqua corrente, ripulire la ciotola, ricreare l’ambiente marino e rimetterle in ammollo per altre due ore, ma stavolta senza farina! Se avete seguito passo passo queste indicazioni, il peggio è passato: ora non resta che versarle in padella con un po’ di olio e aglio e aspettare che si aprano per poi procedere alla cottura degli spaghetti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti