I cibi più odiati dai dietologi

Non sono quelli che potreste immaginare, ma quelli che i loro pazienti si ostinano a considerare "non così male"

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Quando il dietologo o il nutrizionista compilano una dieta personalizzata per i loro clienti, tendono ad inserire alimenti a loro graditi, eliminando però quelli che sono incompatibili con un regime alimentare sano: a occhio e croce possiamo stabilire che siano dolci e fritti i principali “bannati” dall’alimentazione di chi deve stare a dieta, ma in realtà i dietologi sono più rigidi su altre categorie.

Al di là del conteggio delle calorie, ci sono alimenti dannosi per la salute che tutti i nutrizionisti sconsigliano e che invece i loro pazienti continuano ad inserire nella dieta pensando che non siano poi così male: secondo un post molto popolare apparso nelle scorse settimane su Reddit, i dietologi americani faticano molto a far capire ai pazienti che non va bene bere vino, nonostante tutti i discorsi sulla dieta mediterranea e i polifenoli.

E’ vero che esistono studi che affermano che alcune delle sostanze contenute nel vino siano benefiche per il corpo umano, ma è anche vero che consumare alcool in generale è dannoso per l’organismo, porta a stati di infiammazione, sovraccarica il fegato e predispone ad alcuni tipi di tumore: bisogna tenere presenti i danni del consumo di alcool e poi decidere se vale proprio la pena di consumare quei bicchieri a tavola.

Subito dopo l’alcool arrivano le carni lavorate: salumi, insaccati, carni stagionate aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e andrebbero eliminate dalla dieta. Molti pensano però che mangiare tutti i giorni un panino al prosciutto non possa fargli poi così male.

Sono nella black list dei nutrizionisti e dei dietologi le bevande energetiche a base di caffeina, che sono spesso piene di zuccheri, dolcificanti artificiali e altri additivi, oltre che di dosi eccessive di caffeina che fanno male al cuore, allo stomaco e all’intestino.

Un consumo saltuario di elementi “proibiti” probabilmente non vi causerà alcun danno, ma quello che interessa agli specialisti dell’alimentazione è far comprendere ai pazienti che fra la nostra salute e ciò che mangiamo c’è un legame stretto e che in molti caso lo stato del nostro corpo dipende solo dalle nostre abitudini.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti