I piatti che puoi preparare e conservare per una settimana

Poco tempo per cucinare durante la settimana? Ecco le ricette che potete preparare in un giorno e consumare nei giorni seguenti

6 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Gli appassionati di cucina dedicano gran parte del loro tempo libero a preparare deliziosi manicaretti. Molti provetti chef amano realizzare portate abbondanti e trovano maggiore soddisfazione a condividere le pietanze cucinate con più persone. Non sempre però si hanno tanti commensali a tavola, ma ciò non toglie che le quantità delle dosi utilizzate non possa essere aumentata ugualmente in alcune ricette, per ritrovarci piatti pronti e gustosi da consumare dopo qualche giorno. Insider ha chiesto ad alcuni chef di consigliare alcune preparazioni culinarie che possono essere conservate in frigo fino a una settimana.

Partiamo da uno dei piatti più semplici in assoluto: le uova sode. Seguendo le indicazioni su tempi e modalità di cottura, questo alimento si presta perfettamente ad essere consumato tempo dopo la sua preparazione. Per un tocco da maestro, si possono accompagnare con una gustosa salsa di soia fatta in casa da tenere in frigo a portata di mano.

Anche il tradizionale sugo al pomodoro è particolarmente indicato per essere utilizzato qualche giorno dopo la cottura. La ricetta è semplicissima e può essere personalizzata a seconda dei gusti personali. Basta fare un soffritto di aglio (ecco come sbucciarlo senza toccarlo con le mani) o cipolla (utilissima anche per pulire la griglia del barbecue) con olio d’oliva. Poi si versa la passata di pomodoro (ottima quella fatta in casa) e si aggiungono erbe e spezie. Questo condimento si conserva in frigo anche una settimana e può ritornare utile per condire pasta, bruschette e carne.

E che dire delle lasagne? Soprattutto quelle vegetariane e se ricche di una buona besciamella sono ancora più buone dopo aver riposato qualche giorno in frigorifero. C’è poi il pollo arrosto: una volta preparato, può essere consumato a pezzi nei giorni a venire, riutilizzando le singole parti anche in altre ricette. Il segreto è cuocerlo a fiamma alta all’inizio per abbrustolire la pelle, poi lasciarlo a fuoco basso per permettere una cottura uniforme all’interno.

Un piatto che si mantiene bene a basse temperature e può essere pure congelato è il ratatouille. Si procede con stufare le diverse verdure e poi si divide la pietanza in più contenitori. Dopo che il tutto si è raffreddato non resta che conservare in freezer. Provate a prepararlo con un misto di zucchine verdi e gialle, melanzane, cipolle rosse, sedano, pomodori, aglio, basilico (magari coltivato in casa), olive, capperi e peperoni di ogni colore: una delizia!

Nel congelatore potete riporre anche la base vegetale per la preparazione di creme spalmabili a base di formaggio di capra o ricotta. Sminuzzate le verdure che intendete utilizzare – provate con zucchine, zenzero (ecco come sbucciarlo), aglio, peperoncini verdi e foglie di curry – e riponete in freezer. Quando ne avete voglia, scongelate e unite i vostri ingredienti al formaggio: la crema è servita.

Infine, una ricetta dolce: i cookies. I tradizionali biscotti con gocce di cioccolato americani sono l’ideale per spuntini, dessert e a colazione. Preparateli con burro a temperatura ambiente e scegliete con cura il tipo di zucchero da utilizzare: otterrete dei dolcetti deliziosi da sgranocchiare durante tutta la settimana.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti