Minacce alla salute nel 2024: 3 malattie che potrebbero arrivare

Un'analisi delle minacce per il nuovo anno rappresentate dalla febbre dengue, il Mpox e la continua diffusione del Covid

29 Dicembre 2023
Alessia Malorgio

Alessia Malorgio

Content Specialist

Ha conseguito un Master in Marketing Management e Google Digital Training su Marketing digitale. Si occupa della creazione di contenuti in ottica SEO e dello sviluppo di strategie marketing attraverso canali digitali.

Fonte: 123rf

Secondo gli avvertimenti recenti provenienti dalle autorità sanitarie, il Regno Unito si troverebbe di fronte a una serie di nuove minacce per la salute che potrebbero emergere nel corso del 2024. 3 malattie, in particolare, si presentano come potenziali cause di preoccupazione per il prossimo anno, ormai alle porte, con conseguenze potenzialmente fatali.

Dopo l’esperienza travagliata della pandemia da Covid-19, l’allarme a livello globale si è intensificato riguardo alla possibilità di un’altra potenziale pandemia. Gli esperti sottolineano spesso come il mondo sia vulnerabile a nuove minacce infettive, spinti da una serie di fattori quali il cambiamento climatico, l’urbanizzazione accelerata e la crescente interconnessione tra popolazioni e nazioni. Questa consapevolezza ha portato a un maggiore monitoraggio delle malattie emergenti, come la febbre dengue e il Mpox, che potrebbero rappresentare il prossimo grande rischio sanitario globale, richiedendo un’azione preventiva tempestiva e strategie di gestione per evitare un’ulteriore crisi sanitaria su scala mondiale.

Le 3 malattie che potrebbero arrivare nel 2024

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha sollevato l’allarme riguardo a due patologie in particolare: la febbre dengue e il Mpox, precedentemente noto come monkeypox. Queste malattie, insieme alla persistente minaccia del Covid, stanno aumentando il timore tra gli esperti sanitari.

La dottoressa Maria Van Kerkhove, esperta di malattie infettive che dirige il Dipartimento dell’OMS per la preparazione e la prevenzione delle epidemie e delle pandemie, ha messo in luce come il cambiamento climatico e la trasmissione sessuale siano fattori parzialmente responsabili della diffusione di queste patologie. Ecco cosa è essenziale conoscere in merito.

Il Covid continua ad essere una minaccia

Il Covid-19, che ha originato i primi lockdown a partire dal 2020, continua a segnalare casi in aumento anche dopo quasi quattro anni dalla sua comparsa. La dott.ssa Van Kerkhove ha avvertito su Sky News che l’incremento dei casi di Covid è una realtà e ha sottolineato l’importanza della vaccinazione per le persone anziane e vulnerabili. Ha inoltre consigliato di sottoporsi anche alla vaccinazione contro l’influenza stagionale, evidenziando l’ampia efficacia delle soluzioni vaccinali contro entrambe le malattie.

La diffusione della febbre dengue

Sebbene la febbre dengue sia stata fino ad ora piuttosto rara nel Regno Unito, l’OMS e altre istituzioni sanitarie stanno monitorando con attenzione il suo potenziale diffondersi nel Paese. Conosciuta anche come “febbre delle ossa spezzate” per i suoi sintomi caratteristici, questa malattia, trasportata dalle zanzare, potrebbe beneficiare dell’aumento delle temperature globali, portando a una maggiore presenza di insetti infetti lungo le coste britanniche.

Mpox: un’altra malattia che desta preoccupazione

Anche se il Mpox è stato raramente riscontrato nel Regno Unito, la recente crescita delle infezioni ha sollevato l’allarme tra gli esperti. La trasmissione sessuale è stata identificata come un veicolo di diffusione. Nonostante la malattia di solito si risolve entro poche settimane, è importante sottolineare che durante la fase sintomatica è possibile trasmettere l’infezione ad altre persone.

Nonostante quindi la persistenza del Covid, l’attenzione si sta ora concentrando anche su altre potenziali minacce per la salute nel Regno Unito. Il monitoraggio attento di queste malattie emergenti e l’adozione di misure preventive, inclusa la vaccinazione, potrebbero giocare un ruolo cruciale nel mitigare il loro impatto sulla popolazione.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti