0, 0, 0, 0, 0, 0, 1 trend

Non bere acqua prima delle analisi del sangue è sbagliato: perché

Prima di sottoporci a un prelievo di sangue si può bere acqua senza problemi, anzi è caldamente consigliato.

7 Aprile 2022
Fonte: 123RF

Patrocinata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il 7 aprile è la Giornata mondiale della salute istituita per sensibilizzare la popolazione in materia di benessere fisico e mentale. A tale proposito, uno degli esami più preziosi che permette di avere un quadro generale sul proprio stato è il prelievo del sangue. Per quanto sia comune, però, non sempre sappiamo comportarci adeguatamente nella fase preparatoria e qualche dubbio non manca di venire a galla.

Per esempio, si può bere acqua prima delle analisi o è meglio evitare? La risposta è univoca: bisogna assolutamente bere, e non solo nelle ore precedenti il prelievo del sangue, ma anche nei minuti prima. Quando, infatti, si parla di digiuno ci si riferisce solo agli alimenti solidi. Per quanto riguarda, invece, i liquidi è fondamentale mantenere la corretta idratazione del corpo.

Attenzione, però: è ammessa – in quantità moderate – solo l’acqua, dal momento che questa non altera in alcun modo il risultato degli esami visto che non agisce sulle funzioni metaboliche. Assolutamente vietati, invece, gli alcolici e i superalcolici così come caffè, the e altre bevande zuccherine che non sono ammesse in quanto possono adulterare i risultati. L’acqua, del resto, contribuisce al mantenimento di tutte le funzioni vitali e la disidratazione rischia di falsare taluni valori, come quello del sodio e quello dell’ematocrito.

Anche nel caso dovessimo procedere con l’analisi delle urine, possiamo bere acqua senza temere di incorrere in errore. L’assunzione di tale liquido produrrà come unico effetto quello di avere urine più limpide (e abbondanti). A tutto ciò si aggiunge, fra l’altro, il consiglio di bere acqua una volta terminato il prelievo in modo da fornire all’organismo i liquidi necessari per reintegrare quelli persi. Un bel bicchiere (almeno) è sufficiente a ristabilire la volemia normale e a evitare cali di pressione in particolare nei soggetti che tendono alla pressione bassa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti