Perchè si dice birra alla spina?

Perché si dice birra alla spina? Questa espressione è comune a quanti frequentano bar e pub e il suo significato è legato al modo di servire la bevanda

Fonte: flickr

Sapete perché si dice birra alla spina? Se frequentate bar e locali vi sarà certamente capitato di sentire più volte questa espressione, che indica la modalità di servizio di una delle bevande preferite da giovani e non solo. Forse però non conoscete le ragioni che stanno alla base di questo sistema, garantendo una birra fresca e di ottima qualità, perfetta per rinfrescare le serate più afose. In questo caso, il termine spina è relativo alla botte in cui viene conservata la bevanda, collegata direttamente alla spillatrice presente sul bancone del bar. Un buco consente l’uscita della birra ed è proprio in esso che viene posta la cannella per la spillatura. 

La spina rappresenta l’elemento esterno verso cui la birra risale, con un tubo che viene collegato al foro della botte. In questo modo, la bevanda può essere versata dal barile direttamente nel boccale, garantendo un gusto davvero impagabile a tutti gli appassionati. Perché la birra, recentemente proposta addirittura come patrimonio dell’umanità, sia perfetta è bene tenere il boccale leggermente inclinato al di sotto della spillatrice. In questo modo, la bionda o la rossa che più prediligete potrà scendere fluida e senza interruzioni, risaltando tutto il suo gusto intenso e l’aroma di cereali presenti nella miscela. 

La spillatrice esterna prende il nome di spina proprio perché risulta essere lunga e sottile come una sporgenza. Interessante è pure l’evoluzione della spillatura a spina, dato che a fine Ottocento la birra era contenuta in grandi barili in legno che utilizzavano il sistema della gravità. Solo successivamente, nel primo ventennio del Novecento, in Inghilterra iniziò a venire utilizzata una pompa a pistone per la risalita della birra dal barile posto in un luogo fresco, sotto al bancone. 

L’evoluzione della birra alla spina avrebbe conosciuto ulteriori cambiamenti, con la fondamentale introduzione dell’anidride carbonica nei fusti. In questo modo, la pompa ha finito per sviluppare un tiraggio migliore della bevanda e il gas è stato l’ideale per combattere l’ossidazione della birra. Il limite maggiore dell’anidride carbonica nei barili risiede però nell’eccessiva frizzantezza che il gas può provocare. La birra alla spina continua ad essere apprezzata nei bar e nei pub di tutto il mondo, in virtù di una freschezza inimitabile.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti